E tre. Una medaglia nel 2017 (alla prima partecipazione, un oro), due nel 2018, altre due nel 2019. Il birrificio Hammer di Villa d’Adda si conferma fra i mattatori dell’European Beer Star, uno dei più importanti concorsi birrari continentali, al quale partecipano produttori da tutto il mondo.

Gli allori villadaddesi

European Beer Star a Norimberga

A Norimberga, su ben 186 medaglie assegnate per 62 diversi stili, venti sono andate a realtà tricolori e la Lombardia ha riportato a casa ben cinque medaglie: oltre alle due di Hammer, c’è l’oro conquistato dal Birrificio Rurale di Desio con la sua “Simphonia” nelle sour and fruit sour beer, l’oro del comasco Birrificio Doppio Malto di Erba con la “Crash beer” nelle birre con miele, più un altro birrificio bergamasco con un bronzo, l’Otus di Seriate con la “Ambranera” nelle stout.

Wave Runner sempre in gran spolvero

Hammer ancora sul podio in Germania alla vigilia della Dark Fest 2019
Hammer sul podio a Norimberga

Ma tornando ad Hammer, va sottolineata soprattutto la performance “da Champions league” della Wave Runner, l’etichetta di punta del birrificio, ormai diventata anche nel panorama nazionale una sorta di “standard” delle IPA. Insomma, non da poco che sia finita per tre anni di fila sul podio la ricetta ideata dal Birraio dell’Anno  Marco Valeriani (che ha lasciato le sponde dell’Adda nel marzo scorso e sta prendendo il largo con la sua nuova creatura Alder a Seregno) e ora realizzata dal nuovo head brewer Matteo Palmisano.

Ma beviamocelo intanto tutto, questo medagliere:

  1. BELGIAN-STYLE DUBBEL – GOLD “Granata”
    Diciottozerouno Oleggio castello (Novara)www.diciottozerouno.it
  2. SOUR AND FRUIT SOUR BEER – GOLD “Simphonia “
    Birrificio Rurale Desio (Monza e Brianza)www.birrificiorurale.it
  3. SOUR AND FRUIT SOUR BEER – BRONZE “Hirsch”
    Hammer Italian Craft Beer Villa d’Adda (Bergamo)www.hammer-beer.it
  4. FRUIT BEER – GOLD “Selva”
    Birra dell ‘Eremo Assisi (Perugia)www.birradelleremo.it
  5. TRADITIONAL BELGIAN-STYLE LAMBIC, GEUZE, AND FRUIT GEUZE – GOLD “Selva Sour”
    Birra dell ‘Eremo Assisi (Perugia) www.birradelleremo.it
  6. NEW-STYLE SAISON – BRONZE “Pacifica”
    Birrificio La Villana Grantorto (Padova)www.lavillana.it
  7. SESSION BEER – BRONZE “Nerd Choice”
    Ritual Lab Romawww.ritual-lab.it
  8. NEW-STYLE PALE ALE – GOLD “Ruggine”
    Diciottozerouno Oleggio castello (Novara)www.diciottozerouno.it
  9. NEW-STYLE INDIA PALE ALE – GOLD “Velvet Suit”
    MC77 Birrificio Artigianale Serrapetrona (Macerata)www.mc-77.com
  10. NEW-STYLE INDIA PALE ALE – BRONZE “Wave Runner”
    Hammer Italian Craft Beer Villa d’Adda (Bergamo)www.hammer-beer.it
  11. ENGLISH-STYLE GOLDEN ALE – BRONZE “Speed”
    P3 Brewing Company Sassariwww.p3brewing.it
  12. SCOTCH ALE WEE HEAVY – SILVER “Fortezza Nuova”
    Piccolo Birrificio Clandestino Livornowww.piccolobirrificioclandestino.it
  13. ENGLISH-STYLE PORTER – SILVER “Hot Night at the Village”
    Foglie d’Erba Forni de Sopra (Udine)www.birrificiofogliederba.it
  14. BALTIC-STYLE PORTER – SILVER “Four Brothers”
    Ritual Lab Romawww.ritual-lab.it
  15. STOUT – BRONZE “Ambranera”
    Birrificio Otus Seriate (Bergamo)www.birrificiootus.com
  16. SMOKE BEER FRANCONIAN-STYLE – GOLD “Rauch”
    Les Bieres Du Grand St. Bernard Gignod (Aosta)www.lesbieres.it
  17. STRONG SMOKE BEER – GOLD “Smoky Bock”
    Batzen Bräu Bolzanowww.batzen.it
  18. SPECIALTY HONEY BEER – GOLD “Crash Beer”
    Doppio Malto Brewing Company Erba (Como)www.doppiomalto.com
  19. RED AND AMBER LAGER / VIENNA-STYLE LAGER – GOLD “Parma Vecchia Amber”
    Birrificio del Ducato Soragna (Parma)www.birrificiodelducato.it
  20. ULTRA STRONG BEER – BRONZE “Thomas Hardy’s Ale Vintage 2018”
    Birrificio Antoniano Villafranca Padovana (Padova)www.interbrau.it
Leggi anche:  Mozione sui crocifissi a scuola, le minoranze abbandonano l'aula

Ritorno e “ponte” fra isola e Isola

Naturalmente entusiasti tutti, in casa Hammer, dal birraio al board formato dai fratelli Fausto e Roberto Brigati e da Letizia Zoia, venerdì trionfalmente rientrati in patria a un giorno di distanza dalla proclamazione (avvenuta il 15 novembre 2019).

E subito hanno ricevuto anche la visita dei titolari del birrificio P3 Brewing di Sassari – anche loro premiati all’European Beer Star – che scendendo da Norimberga hanno fatto tappa in Bergamasca.

“Gemellaggio” fra isola dei nuraghi e Isola bergamasca: da sinistra, Matteo Palmisano, Paolo Peigottu di P3, Roberto e Fausto Brigati e Giacomo Petretto head brewer di P3

Sabato la Hammer Dark Fest 2019

L’affermazione sul suolo teutonico cade proverbialmente a fagiolo, proprio alla vigilia della festa che tradizionalmente il birrificio dedica durante l’autunno alle birre scure: la data da segnare in calendario è sabato prossimo, 23 novembre 2019, con la Hammer Dark Fest.

LEGGI ANCHE: LO SAPEVATE CHA LA BIRRA NON SI GIUDICA DAL COLORE?

Dalle 10 del mattino, porte aperte nella realtà di via Chioso a Villa d’Adda: ci saranno tutte le birre scure del birrificio alla spina (più due chiare “per diluire”, naturalmente le premiate Wave runner e Hirsch):

  • -BULK – Porter – 5,8%
  • -DAARBULAH 2018 – Imperial Stout – 10.5%
  • -DAARBULAH 2019 – Imperial Stout – 10.5%
  • -BLACK QUEEN – Black IPA – 7.0%
  • -WORKPIECE – Smoked Baltic Porter – 6.5%
  • -WORKPIECE – Schwarz – 5.5%
  • -WORKPIECE – Breakfast Stout – 8,3%
  • -WORKPIECE – Dark Cherry Sour Ale – 7%

Novità: una birra con ciliegie nere

L’etichetta della nuova creatura

L’ultima birra in elenco è fra l’altro una novità sorprendente. Il birraio Matteo Palmisano ha voluto dar sfogo alla sua creatività, ma soprattutto alla sua voglia di sour, infondendo naturale acidità grazie a ciliegie nere che (ve lo possiamo assicurare) regalano alla birra un colore rosso intenso davvero particolare.

E all’inizio della festa, infine, alle 11, l’ormai tradizionale degustazione con tanto di biscotti a base di breakfast stout, una birra scura realizzata con caffè e cioccolato.

L’aneddoto con il campione

Fra le specialità protagoniste della Hammer Dark Fest 2019, ci sarà anche l’attesissima Black Queen: non sono moltissime durante l’anno le cotte di questa particolare birra, una Black IPA, stile difficilissimo da produrre: si tratta di una Ipa, ovvero una birra di media gradazione alcolica con tanto, tanto luppolo, ma in versione scura.

The Hammer crew

E un prestigioso apprezzamento a quest’ultima cotta è arrivato addirittura dal bergamasco Simonmattia Riva, unico italiano ad aver vinto il titolo di Campione Mondiale dei Biersommelier, che ha voluto personalmente complimentarsi con Palmisano:

“E’ al 100% americana, con gli occhi chiusi faresti fatica a dire che è una birra scura”.

Insomma, una black IPA davvero da dieci e lode, come raramente se ne trovano sui banconi.

 

Se sei arrivato fin qui, ti consigliamo di leggere anche:

Due birrifici del territorio hanno tenuto alto l’onore dell’Italia in Belgio

Mitica collaborazione fra Hammer e Birrificio Lambrate

TUTTI GLI ALLORI DI HAMMER:

Birrificio dell’anno 2019: il secondo posto è di Hammer

Villa d’Adda ancora sul tetto d’Italia con Hammer: Valeriani è Birraio dell’anno 2019

Birra dell’anno 2018 conferma Hammer in vetta

Birraio dell’anno 2018: Villa d’Adda con Hammer sul tetto d’Italia

 

daniele.pirola@netweek.it