Non solo Ciserano e Verdellino. L’arresto a Treviglio di Dinari, considerato uno dei boss dello spaccio delle Torri di Zingonia, è palese che il futuro di Zingonia sia un problema che non riguarda solo i 5 comuni su cui sorge la “Scampia del Nord”.

Imeri: “Zingonia è un problema anche nostro”

Non ci sta il sindaco di Treviglio Juri Imeri a non essere preso in considerazione nei tavoli tecnici che si stanno susseguendo riguardo al futuro dell’area Zingonia in vista degli abbattimenti. “Ho già avuto incontri sia con Regione sia con Aler e ho sollecitato Malanchini e Poma – ha detto Imeri –  Vogliamo essere presi in considerazione negli accordi di programma e nei tavoli tecnici”.

Problemi di sicurezza, ma anche sociali

Quello che il primo cittadino trevigliese ha voluto sottolineare è non solo il problema sul fronte della sicurezza, ma anche quello sul sociale. “Lo spostamento di nuclei familiari crea problemi soprattutto a livello sociale. Il nostro comune, limitrofo all’area Zingonia, è molto appetibile. Ma noi abbiamo già un carico sociale da sopportare, che sta diventando sempre più pesante. Il tutto senza i fondi regionali che hanno ricevuto comuni come Ciserano e Verdellino”. La questione era già emersa qualche settimana fa quando a scontrarsi erano stati il sindaco di Ciserano Enea Bagini e il vicesindaco e assessore ai servizi sociali di Treviglio Pinuccia Prandina.

Leggi anche:  Furto in farmacia, riempie lo zaino di cosmetici e scappa

TORNA ALLA HOME