Correrà tra Romano e Calcio il primo tratto sperimentale  della futura eHighway Brebemi elettrificata. Cinque chilometri per un progetto pionieristico, il primo passo per fare della A35 la prima autostrada al mondo completamente elettrica.  Oggi il convegno a Brescia.

Oggi un  convegno nel Bresciano

E’ un appuntamento con la storia – perlomeno con la storia delle infrastrutture – quello che attende la Bassa orientale nei prossimi mesi. Venerdì scorso infatti, a Orzinuovi, durante un evento collegato all’inaugurazione della  Fiera della città bresciana, il presidente di Brebemi Francesco Bettoni ha rivelato che sarà proprio il tratto di A35 che corre tra il Serio e l’Oglio ad essere interessato da una delle sperimentazioni più interessanti e innovative in corso in questo momento in Europa. Protagonisti, insieme a Brebemi, due colossi quali Siemens e Scania.    Oggi, a Castenedolo,  è previsto un convegno proprio su questo tema.

I cinque chilometri

La scelta  del tratto per la sperimentazione, che attraverserà la Bassa orientale, è stata effettuata soprattutto per motivazioni  tecniche: tra Romano e Calcio, attorno ad A35 ci sono tutti gli spazi necessari per lavorare in comodità.  Ma la scommessa è quella di arrivare nei prossimi anni all’elettrificazione di tutta la Brebemi.  Bettoni ha spiegato infatti che Brebemi vuole diventare la prima autostrada «a economia circolare».

Cal è della partita

 Fantascienza? Non proprio, dal momento che a crederci è la stessa Concessioni autostradali lombarde (Cal), la società pubblica di proprietà per metà regionale e per l’altra metà  statale, che gestisce le concessioni autostradali in Lombardia.  «Il progetto è già stato presentato al Ministero delle Infrastrutture e in Regione. Non a caso  porta la firma   “Cal-Brebemi”.  Siamo insomma già all’interno di un progetto che sarà esecutivo nei prossimi mesi – ha proseguito il presidente – La sperimentazione riguarderà cinque chilometri, ma la logica è quello di estenderlo a tutta la autostrada». I tempi? «Sei  mesi saranno  sufficienti per i lavori:  non dimentichiamo che ci sono già anni di studi alle spalle, fatte per le tre ehighway esistenti – ha aggiunto –  La filosofia è però quella di pensare già all’intera tratta Brebemi. Noi riteniamo che per l’avvio vero e proprio dipenderà  dalla burocrazia».

E poi: guida autonoma

E se sembra già tanto, si pensi che è soltanto il primo passo. All’orizzonte c’è infatti già anche il secondo: la guida autonoma. «Scania nel giro di pochissimi anni potrà produrre camion a guida autonoma – ha spiegato Bettoni –  E noi potremmo essere la prima autostrada ad adottare questa tecnologia. E’ la sfida che serve per dare competitività a questo Paese».

Il convegno

L’appuntamento è alle 9. A moderare, il direttore della rivista Economy Sergio Luciano. Il parterre sarà quello delle grandi occasioni: tra gli ospiti invitati anche il governatore lombardo Attilio Fontana, con l’assessore regionale Claudia Terzi, e il ministro delle Infrastrutture Danilo Toninelli. Interverranno  esperti mondiali di logistica e  rappresentanti di alcuni dei colossi economici italiani della logistica e della distribuzione. Laura Bertulessi, Ad di Italtrans. Mauro Brivio, di Brivio&Viganò, Massimo Esposito, direttore della Logistica di Esselunga, tra gli altri.