Il maresciallo Tucci lascia il comando della stazione dei carabinieri di Zingonia. Felicitazioni e un po’ di rammarico tra amministratori e cittadini nel dover salutare una delle figure più amate dalla comunità.

Il maresciallo Tucci lascia Zingonia

E’ ufficiale. Dalla prossima settimana la caserma di Zingonia avrà un nuovo luogotenente. Il maresciallo Gerardo Tucci è infatti stato ammesso al corso per ufficiali, ottenendo tra l’altro un risultato straordinario. Su quasi duemila domande presentate Tucci è arrivato 13esimo in graduatoria e sarà dunque uno dei 150 partecipanti al corso. Diventerà dunque sottotenente e, dopo un anno, otterrà il grado di tenente. Il grado di capitano dovrebbe arrivare invece dopo tre anni.

Gioia e rammarico tra amministratori e cittadini

Se da una parte chi lo conosce gioisce per il suo risultato e il più ch meritato avanzamento di carriera, tutti gli amministratori si sono rammaricati nel dover salutare un uomo che per più di 25 anni ha lavorato strenuamente per la comunità. “E’ stato sempre presente – ha dichiarato il sindaco Enea Bagini – anche al di fuori del suo orario di lavoro. Tanto è vero che in tutti questi anni non ho mai capito quale fosse in realtà il suo orario di lavoro”. “Il suo impegno a Zingonia – ha detto l’ex sindaco di Verdellino Giovanni Bacis –  è andato ben oltre il suo dovere professionale. Ha agito non solo sul fronte della repressione ma anche e soprattutto su quello della prevenzione, con una straordinaria capacità di vivere e lavorare in un contesto sociale non semplice e che è mutato con una rapidità estrema negli anni in cui Tucci è stato qui”.

Leggi anche:  Rissa alle Torri di Ciserano SIRENE DI NOTTE

Il saluto, nella speranza che sia solo un “arrivederci”

Non ci sarà, non per adesso, nessun momento di saluto istituzionale al maresciallo. I saluti sono rinviati a quando tornerà dal corso, con i gradi di sottotenente. Gradi che gli impediranno però di proseguire il suo lavoro a Zingonia. Non essendo mai stata elevata al livello di tenenza la caserma di corso Asia non prevede infatti la presenza di un ufficiale al suo interno. La speranza espressa da più parti è che la stazione di Zingonia possa essere finalmente elevata a tenenza e di poter riaccogliere al più presto Gerardo Tucci in quella che, nel corso di questi 26 anni, è diventata certamente la sua seconda casa.

Leggi di più sul Giornale di Treviglio in edicola da venerdì 9 novembre

TORNA ALLA HOME