Pomeriggio arcobaleno nonostante la pioggia. Le «Famiglie Arcobaleno» di tutta la regione sono state ospiti domenica della città di Crema per  la festa Lgbt cremasca.

Festa regionale

Dopo tante edizioni milanesi della Festa regionale delle «Famiglie Arcobaleno», il capoluogo lombardo ha passato il testimone a Crema, che domenica 5 maggio ha accolto tante persone armate di palloncini e magliette fucsia.

Convegno all’Arci

Causa maltempo, il pomeriggio di eventi organizzato ai giardini pubblici di Campo di Marte non ha avuto luogo, ma l’appuntamento più importante si è comunque svolto al circolo «Arci» di San Bernardino e ha visto la partecipazione di molti esponenti politici, dalla sindaca Stefania Bonaldi all’assessore alla Cultura Emanuela Nichetti, passando per Cinzia Fontana del Partito Democratico e Gabriele Piazzoni, presidente nazionale dell’Arcigay.

L’impegno della sindaca

Diritti civili al centro del dibattito. «Chi amministra ha il compito di incrementare la platea dei diritti – ha detto Bonaldi – Ampliarne il raggio d’azione non può che far crescere il sentimento sociale e il senso di appartenenza ad una comunità». Durante l’incontro si è sottolineata l’importanza del riconoscimento dei bambini facenti parte delle famiglie arcobaleno affinché venga riconosciuta la piena responsabilità genitoriale a madri e padri adottivi.

Leggi anche:  Santa Lucia fa tappa a Quintano

 

TORNA ALLA HOME