Ancora niente da fare per la primavera che sembra ancora lontana dall’arrivare. Dopo la pioggia di oggi anche nel weekend dovremo fare i conti con il maltempo.

Marzo pazzerello, ancora maltempo sull’Italia

“Dopo la perturbazione di giovedì sull’Italia sono attese nuove fasi piovose che a più riprese interesseranno lo Stivale” – lo conferma il meteorologo di 3bmeteo.com che spiega – “tra venerdì e sabato saremo interessati dall’ennesima perturbazione che porterà nuove piogge e rovesci specie al Nord e sulle tirreniche, anche a carattere temporalesco su quest’ultime regioni. Nuove nevicate sono così attese su Alpi ma anche centro-nord Appennino in genere dai 1000-1500m, a tratti fin verso i 500-700m sul Piemonte. E non è finita: sul Mediterraneo centrale andrà approfondendosi una circolazione ciclonica che riproporrà tempo instabile o a tratti perturbato con anche richiamo di venti più freddi dal Nord Europa”

Tra domenica e lunedì freddo e neve anche a quote basse

“Parte dell’irruzione molto fredda che colpirà l’Europa centrale nei prossimi giorni interesserà anche l’Italia,” – prosegue Ferrara di 3bmeteo.com – “in particolare Nord, Toscana, Marche e Umbria, dove nella giornata di lunedì’ potrà nevicare a quote molto basse. Le temperature si porteranno così ben al di sotto delle medie del periodo, più vicine a valori  invernali. Non escluse infatti nella prossima settimana gelate notturne tardive quantomeno al Centronord”.

Leggi anche:  Instabilità e clima autunnale, ancora piogge in arrivo PREVISIONI METEO

Primavera Ko inverno in cattedra in tutta Europa

“Nel frattempo oltralpe l’Inverno tornerà in cattedra, con una ondata di freddo tardiva che dall’Artico dopo aver raggiunto Scandinavia e Russia, dilagherà su tutti gli Stati centrali raggiungendo poi anche Francia e Isole Britanniche. Le temperature saranno così in tracollo con rovesci di neve anche in pianura. Città come Parigi, Londra, Berlino ed Amsterdam potranno così tornare a vedere la neve, a Marzo inoltrato.

I precedenti

Per quanto questo evento sia particolarmente significativo per durata ed estensione, le ondate di freddo non sono nuove in Europa sia a marzo che ad aprile: l’ultimo episodio risale proprio a metà aprile dello scorso anno. Decisamente freddi furono anche i mesi di marzo 1962, 1987, 2005, 2013, mentre per quanto riguarda aprile ricordiamo le ondate di freddo e neve tardive del 2003 e del 1991 che colpirono anche l’Italia”