Lavori spediti all’interno del PalaFacchetti di via del Bosco a Treviglio. Trascorsi tre mesi dalla bufera che ha scoperchiato l’impianto sportivo, il rifacimento del tetto è stato ultimato e gli operai stanno procedendo alla posa di parquet e linoleum nuovi.

Lavori spediti per riaprire il PalaFacchetti

L’esilio della Bcc Blu Basket Treviglio al Pala Agnelli di Bergamo, dove da inizio campionato disputa le partite casalinghe del campionato di serie A2, ha i giorni contati. Ieri, lunedì, i biancoblu sono incappati in una sconfitta contro la Novipiù Casale Monferrato; ora il calendario prevede due trasferte consecutive a Napoli e a Latina. L’auspicio dei tifosi, e dell’assessore ai Lavori pubblici Basilio Mangano, è che l’impianto cittadino possa riaprire per il match infrasettimanale di giovedì 21 novembre. O al più tardi per la fine del mese. Si sono conclusi da alcuni giorni, infatti, i lavori per la nuova copertura del palazzetto, un mese dopo la posa della guaina impermeabilizzante. Gli operai ora sono al lavoro all’interno dell’impianto per la posa del nuovo parquet e del linoleum intorno al campo da gioco.

Intervento in urgenza da 600/650mila euro

Questa mattina, martedì 5 novembre, l’assessore ai Lavori pubblici ha fatto il punto sul cronoprogramma dei lavori partiti, con somma urgenza, l’indomani del doppio episodio di maltempo che ha scoperchiato il PalaFacchetti il 2 e il 7 agosto scorso. “Siamo intervenuti stanziando 90mila euro per la messa in sicurezza del palazzetto – ha ricordato Mangano -. Dopo è stato stilato un cronoprogramma per riconsegnare alla società Blu Basket 1971 e alla città di Treviglio l’impianto nel minor tempo possibile. Come Amministrazione abbiamo reperito i fondi necessari, tra i 600 e i 650mila euro. Un mese fa era stata posata la guaina sul tetto e, all’interno, erano incominciati i lavori di smantellamento del parquet in legno danneggiato dall’acqua che era penetrata. Oggi abbiamo concluso la copertura dell’impianto, il massetto di cemento (su cui si sta posando il parquet, ndr) è asciugato è ieri, lunedì, la “Mast” ha iniziato la posa del nuovo parquet che è omologato Fiba di primo livello, il massimo per un impianto sportivo per la pallacanestro”. In contemporanea la ditta “Nobili” ha rimosso il vecchio linoleum intorno al terreno di gioco e sotto le tribune, ha provveduto a rasare il fondo e installerà il nuovo linoleum.

“L’auspicio è riaprire il 21 novembre”

Il cronoprogramma dei lavori è pienamente rispettato. Soddisfatto l’assessore Mangano. “Si è dovuto far collimare tempi burocratici per gli appalti e tempi di cantire. Al PalaFacchetti, infatti, sono intervenute più imprese – ha proseguito Basilio Mangano – Si sta intervenendo anche negli spogliatoi: la ditta “Tadini” per piccole manutenzioni di tipo edile e la ditta “Picenni” per le tinteggiature. Inoltre, la tribuna dietro le panchine (i distinti numerati, ndr) avrà un meccanismo motorizzato per l’apertura e la chiusura”. L’assessore non si sbilancia sulla data di fine lavori. “Avevamo promesso di riconsegnare l’impianto alla città entro novembre – ha concluso -, l’auspicio è che si riesca a farlo per il 21 quando la Bcc Blu Basket Treviglio ha in programma la gara casalinga contro Biella”.

Leggi anche:  Riapre il Palafacchetti, il 20 novembre la Blu Basket torna a casa

TORNA ALLA HOME