Negli ultimi anni, Lorenzo si è fatto conoscere per i suoi disegni astratti e diversi dipinti, ma ama anche la musica e scrive testi di canzoni.

Una passione nel sangue

Una passione a 360 per l’arte in tutte le sue forme. E’ questa la peculiarità del giovane Lorenzo Colombo, fontanellese 21enne che ha ricevuto la predisposizione artistica dallo zio Giuseppe e l’amore per la musica dal padre Marco.

Disegni, tatoo e musica

Autodidatta, Lorenzo ha coltivato sin dall’infanzia la passione per il disegno, trasmessagli dallo zio Giuseppe Li Veli, anch’egli autodidatta. “Ho iniziato con disegni astratti, poi ho seguito un po’ il mio stile – ha raccontato in una lunga intervista sulle nostre pagine – Ho seguito un corso di tatoo, e in futuro mi piacerebbe aprire un mio studio. Nel frattempo, però, continuo a coltivare la mia passione per disegno e pittura, ma anche per la musica. Scrivo testi di canzoni, e con un mio amico, Filippo de Amici, vorrei provare a cantarne qualcuna. Inoltre mi piacerebbe tornare a suonare, dato che ho suonato per qualche tempo il sax tenore”.

Leggi anche:  Concerto benefico per la ricerca in ricordo della piccola Matilde
Un disegno di Lorenzo
Lorenzo e la porta di camera sua, da lui decorata

“Non giudicatemi dall’aspetto”

L’obiettivo di Lorenzo, però, è principalmente uno. “Disegno e scrivo per esprimere me stesso per come sono. Vorrei che le persone mi giudicassero e vedessero per come sono realmente, non per come appaio per i dilatatori o i tatuaggi. Alcune persone spesso danno il titolo prima ancora di leggere il libro: farmi vedere per come sono realmente, per me, è una forma di riscatto nei loro confronti”.

Puoi leggere l’intervista completa sul Giornale di Treviglio e RomanoWeek in edicola questa settimana.

TORNA ALLA HOME.