Luisiana in crisi, ha bisogno di soldi? Non secondo il presidente Domenico Garbelli che ha parlato di “bufala”.

Luisiana in crisi? No, è tutta una bufala

Luisiana in crisi? No, pare essere tutta una bufala. A far mormorare i cittadini di Pandino sulla presunta crisi finanziaria (che addirittura avrebbe potuto portare la storica società di calcio alla chiusura) è stato un post pubblicato su Facebook da una commerciante pandinese che ha promosso una raccolta fondi di cinque euro a persona da donare alla società, e ha cercato di coinvolgere anche gli altri esercenti, che in coda al post hanno risposto in massa all’appello.

Il presidente Garbelli e il sindaco smentiscono

Il presidente della Luisiana Domenico Garbelli e il sindaco Maria Luise Polig hanno, però, smentito le voci. “Abbiamo avuto qualche momento di difficoltà che però stiamo superando alla grande – ha detto Garbelli – Smentiamo categoricamente la notizia, stiamo semplicemente facendo dei cambiamenti all’interno della società, fisiologici e necessari. Devo smentire questa notizia, non siamo a rischio chiusura”. “Non penso che la situazione sia così tragica – ha detto invece Polig – Ovviamente penso che per la nostra società calcistica, importante per Pandino, ogni contributo sia ben accetto da parte dei cittadini, ma al momento so che se la stanno cavando. Spero di affidare a loro la gestione dello stadio per la prossima stagione, ancora una volta”.

Leggi anche:  Pane e ceci a San Lorenzo, un rito che si rinnova FOTO

TORNA ALLA HOME