Masano, è stata inaugurata oggi pomeriggio la “nuova” scuola primaria multicomfort. L’edificio era stato chiuso parzialmente nel novembre del 2014 (poi del tutto nel settembre successivo) per lavori di ristrutturazione che, a causa di varie problematiche, si sono protratti sino a oggi.

Scuola Modello

Lavori che finalmente si sono conclusi e che hanno trasformato la scuola primaria della frazione Masano in un modello, grazie alla partecipazione di alcuni sponsor che hanno sollevato il Comune di parte della spesa. In particolare la Saint Gobain che con il suo programma “Multicomfort” garantirà l’equilibrio ottimale tra efficienza energetica, comodità e sostenibilità ambientale. La multinazionale che produce materiale isolante e a Vidalengo ha uno dei suoi stabilimenti è intervenuta a febbraio annunciando la propria volontà di partecipare al progetto trasformando la scuola di Masano in un modello a livello nazionale. Con loro anche “Mombrini Ingrocer”, che ha fornito le piastrelle per l’edificio, e il caseificio Defendi che si occuperà del bosco didattico.

L’inaugurazione

“Ringrazio soprattutto la Saint Gobain – ha detto il sindaco Claudio Bolandrini, visibilmente emozionato – Perché la scuola di Masano da problema si è trasformata in opportunità. Il livello qualitativo del nuovo edificio è molto elevato. E’ una scuola unica nel suo genere che, speriamo, funga da apripista per altre scuole”. Il primo cittadino, durante i ringraziamenti, ha comunque ricordato il suo predecessore Giuseppe Prevedini, sotto la cui Amministrazione erano iniziati i lavori di riqualificazione.

Festa

Dopo il taglio del nastro e i discorsi delle autorità. la giornata è proseguita con le visite libere all’edificio. A seguire, in piazza della Chiesa, intrattenimento per i bambini fino alle 20 quando ha aperto la cucina degli Alpini della sezione di Caravaggio. Una serata di festa che si concluderà con l’intrattenimento di “Trevicass” di Treviglio e «Danza Si» di Bariano.