Mille metri quadrati in cambio di un marciapiede. Questo il contenuto della convenzione stipulata tra il Comune di Pagazzano e l’oratorio Don Bosco.

Accordo stretto nel 2014

L’accordo fu stretto nel 2014, ma pochi giorni fa, è stato attuato definitivamente. Quando, cioè, si sono conclusi i lavori di rifacimento della cinta muraria dell’oratorio, dopo l’accorpamento del terreno – la cui grandezza complessiva è di mille metri quadrati – che si trova accanto all’oratorio (verso via Don Passaino) e che fino a pochi giorni fa era di proprietà comunale.

L’annuncio in Consiglio

Ad annunciare il motivo dell’ampliamento della cinta muraria è stato il primo cittadino pagazzanese Raffaele Moriggi, che in sede di Consiglio comunale ha spiegato il contenuto della convenzione stipulata quattro anni fa. In sostanza, in cambio di questo pezzo di terreno, ceduto all’oratorio, quest’ultimo si sarebbe impegnato a realizzare un marciapiede. L’opera fu realizzata tempo fa, prima dell’ampliamento dell’oratorio. Si trattava di un’opera importante per la zona, dopo che furono costruite nuove abitazioni.

Buoni rapporti tra Comune e Oratorio

La motivazione di questa cessione è molto semplice. “Da sempre la collaborazione tra il Comune e l’oratorio è molto forte – ha spiegato il sindaco – e crediamo molto in questa istituzione, specialmente per quanto riguarda il valore educativa e ricreativo che dà ai nostri giovani e non. Quindi, secondo noi sarebbe stato inutile utilizzare quell’area per creare servizi alternativi. Abbiamo ritenuto più coveniente ed efficace “investire” in ciò che c’è già in paese. Quindi, abbiamo pensato che stipulare questa convenzione avrebbe dato maggiori possibilità all’oratorio e di conseguenza a tutti i pagazzanesi che lo frequentano”.

Leggi anche:  Sandro Barni e Amici di Gabry premiati come Giganti dell'Oncologia

Una donazione importante

Moriggi non ha nascosto che si tratta di una donazione importante in termini economici. “Non so bene quantifacare ora come ora il valore economico del terreno – ha concluso Moriggi – riconosciamo che si tratta di una donazione importante. Così come riconosciamo importante il sostegno dell’oratorio e il valore che ha all’interno della nostra comunità. L’oratorio è una struttura ricreativa importante all’interno del territorio che va quindi sostenuta”.

TORNA ALLA HOME