Quello dei parcheggi in centro storico a Mozzanica è un problema esasperante. Ne sanno qualcosa i residenti che non hanno un box o un posto dove lasciare l’auto. Come risolverlo? L’Amministrazione appena insediata se ne sta occupando

Il problema dei parcheggi in centro storico

C’è carenza di parcheggi in centro storico a Mozzanica e una soluzione è allo studio dell’Amministrazione guidata dal sindaco Bruno Tassi. Al momento le possibili soluzioni sono in fase embrionale. Il nuovo Esecutivo, infatti, si è insediato da poco più di un mese e sta “prendendo le misure” con i problemi che affliggono il paese. Nelle linee di mandato del gruppo di maggioranza “Insieme Oggi Mozzanica” c’è l’impegno a portare una Rsa in paese, ubicandola nell’ex oratorio maschile in via Castello, attraverso un project financing che coinvolga un partner privato. L’area dell’ex oratorio, però, è quella che dispone di un piazzale parcheggio in centro storico. Per questo motivo si è chiesta la minoranza “Mozzanica a mille”, come si coniuga la realizzazione di una Rsa con l’implementazione dei posti auto?

Leggi anche:  Attività storiche di Regione Lombardia, 38 sono in provincia di Bergamo

Pass per i residenti e parcheggio sotterraneo

Il sindaco Tassi ha accennato all’ipotesi, niente più di questa al momento, di un pass per i residenti in centro per posteggiare le auto, ma non solo. Rispondendo ai dubbi della minoranza ha aggiunto che, una volta individuato il partner privato per la realizzazione della casa di riposo (o centro anziani) – che il gruppo “Mozzanica a mille” vedrebbe meglio nell’edificio che oggi ospita le scuole elementari, realizzando il polo scolastico in via Circonvallazione dove sono le medie – nulla vieterebbe di pensare nell’area dell’ex oratorio maschile ad un parcheggio sotterraneo a servizio sia dei residenti sia degli utenti della futura Rsa. Solo ipotesi, al momento, su quello che sarà il futuro sviluppo di Mozzanica.

Leggi di più sul Giornale di Treviglio in edicola.

TORNA ALLA HOME