Niente scuolabus nella frazione, alla Basella di Urgnano in via don Fadini è ormai impossibile eseguire manovre in sicurezza. Questa è la spiegazione ufficiale da parte degli amministratori, ma i basellesi non ci stanno.

Niente scuolabus nella frazione

Le famiglie di via don Fadini, che comunque pagano il servizio intero, sono costrette a portare i bambini nel centro di Basella per poter prendere lo scuolabus. Una situazione che, a detta dei diretti interessati, è ingiusta e insostenibile. Il servizio scuolabus costa circa 300 euro all’anno. L’autobus ha delle fermate ben precise, anche se cerca di raggiungere tutte le zone della frazione. Anni fa arrivava anche in via don Fadini, la strada che delimita il confine tra Basella e Capannelle (già Zanica). Da qualche anno però lo scuolabus si ferma un po’ prima, verso via Tasso, a circa un chilometro e mezzo. Ad impedire al mezzo di raggiungere il confine nord della frazione è il fatto che, tempo fa, il proprietario di un terreno adiacente alla via ha posto agli estremi del campo due dissuasori stradali che non consento al mezzo di compiere una manovra di uscita dalla strada in totale sicurezza.

Leggi anche:  La ragazza che a Basella servì il caffé al papa Buono

Leggi di più sul Giornale di Treviglio in edicola

TORNA ALLA HOME