Il nuovo parroco di Spirano, don Roberto Gusmini, ha fatto il suo ingresso in paese accompagnato da don Giambattista Zucchelli.

Nuovo parroco Spirano

Un intero paese in festa ha accolto il nuovo parroco don Roberto Gusmini e il suo collaboratore don Giambattista Zucchelli “Giambi”. L’arrivo ufficiale in paese è avvenuto sabato pomeriggio, all’incrocio con via Colleoni e via Piave, dove una folla di fedeli e bambini festanti attendevano l’ingresso del nuovo parroco. Presenti le autorità civili, religiose e militari con i carabinieri della stazione di Urgnano a dare il benvenuto e la banda. Tra loro anche il sindaco Daria Schiavi di Bossico, l’ormai ex parrocchia di don Roberto e il sindaco di Dossena, Fabio Bonzi, da cui arriva don Giambi.

L’accoglienza dei fedeli

In prima fila i bambini armati di bandierine bianche e gialle che sono corsi intorno a don Roberto appena sceso dall’auto. A loro il sacerdote ha riservato un sorriso e una carezza. Anche i fedeli si sono avvicinati per scambiare una stretta di mano e immortalare l’arrivo con una foto. Dopo i saluti la folla si è schierata per il corteo che ha attraversato le vie del paese, fermandosi per il saluto di fronte al Municipio.

Il saluto del Comune

Qui il vicesindaco reggente Yuri Grasselli ha tenuto il suo discorso di saluto al nuovo parroco, presentando la comunità di Spirano.

«Oggi la nostra comunità – ha detto – è in festa per il vostro arrivo, pur non dimenticando gli insegnamenti di don Stefano e don Danilo. La comunità unita è pronta e felice di poter incominciare un nuovo percorso con voi e sono certo che insieme al nostro nuovo parroco e don Giambi andremo tutti nella stessa direzione. La comunità di Spirano che oggi vi accoglie è una realtà molto partecipe alla vita comunitaria, sono presenti molte associazioni. I giovani sono molto attivi ed intraprendenti oltre che pieni di entusiasmo, le nostre famiglie sono la brace che alimenta il fuoco vivo della comunità. I nostri anziani sono la pietra miliare della saggezza e i custodi della tradizione, i nostri malati sono la testimonianza quotidiana delle fatiche di una comunità, che però unita può fare cose grandi. L’Amministrazione comunale è sempre disponibile al confronto e, nel pieno rispetto dei ruoli, parrocchia e Amministrazione hanno sempre lavorato insieme con l’unico scopo di sostenere la comunità nei suoi bisogni».

L’investitura del vicario

Il corteo si è poi diretto nella chiesa parrocchiale che non è riuscita a contenere tutti i fedeli. La messa è stata celebrata nella prima parte dal vicario parrocchiale don Luca Valoti che ha ufficialmente investito don Roberto della carica di parroco. Diversi infatti sono stati i riti della celebrazione: la consegna delle scritture pastorali, la pubblica espressione della volontà di servire la parrocchia di Spirano, la professione di fede, la firma del registro. A quel punto don Roberto ha potuto presiedere la messa e celebrare la prima eucarestia da parroco di Spirano.

Leggi anche:  Sagra del tartufo nero bergamasco nel nuovo PalaSpirà

TORNA ALLA HOME