Inaugurato il cippo a imperitura memoria del pilota abbattuto nel 1945 in via Treviglio a Pontirolo. James Hogg Bennie era in forze all’esercito britannico e si spense a soli 19 anni.

Un cippo per non dimenticare

Un lungo corteo con in testa la Fanfara della Città dei mille alle 9.30 ha raggiunto il campo dove il giovane aviatore trovò la morte. Autorità comunali, militari, religiose e le associazioni d’armi, ma anche una rappresentanza scolastica, con il sindaco dei ragazzi e insegnanti, alcuni testimoni dell’epoca e semplici cittadini. Tutti si sono radunati lì, in un fazzoletto di terra adiacente la carreggiata, per onorare l’eroe caduto per la libertà.

“Monito per le nuove generazioni”

Dopo l’alzabandiera, il sindaco Gigliola Breviario e uno degli alpini che hanno realizzato l’opera, hanno scoperto il cippo tra gli applausi. Poi gli onori militari, la posa della corona d’alloro e la benedizione del diacono Ireneo Mascheroni.

“Ieri sera abbiamo ricordato questo giovane pilota attraverso i protagonisti della storia di Pontirolo e i momenti che hanno vissuto, è stato commovente – ha detto la prima cittadina – lo è anche oggi essere qui. Grazie a tutti quello che hanno collaborato. Questo cippo dovrà essere di monito a non dimenticare”. Poi le note della fanfara hanno risuonato bandiere e labari e il corteo è ripartito verso il paese.

Leggi di più sul Giornale di Treviglio in edicola venerdì 3 maggio.

Leggi anche:  "Terremoto" alla scuola dell'infanzia di Castel Rozzone

TORNA ALLA HOME