Più di 70 persone, venerdì sera, hanno preso parte alla pizzata solidale da Kalica per dare un futuro a Christian Trincucci. Raccolti quasi mille euro, ma per le cure negli Stati Uniti ne servono molti di più.

Il dramma di Christian

Ieri sera la pizzeria solidale di via Milano a Treviglio ha ospitato una serata benefica con lo scopo di raccogliere fondi per le cure del piccolo Christian Trincucci che dal 29 agosto 2016 vive l’incubo di una malattia che lo imprigiona e lo fa soffrire. Quel giorno Christian, che aveva 5 anni, si è presentato per il richiamo vaccinale e da quel momento è iniziato un calvario che lo ha portato in giro per gli ospedali e le cliniche di mezzo mondo.

Christian e la sua storia

Tra la sua malattia, tra le diagnosi ritorna confermata l’encefalite, e la vaccinazione, però, non è ancora stato riconosciuto il nesso causale che richiede un iter molto lungo. Tuttavia i genitori hanno richiesto l’indennizzo della Legge 210 che, in assenza di relazioni e perizie medico-legali che riconoscano il danno da vaccino, non sarebbe possibile. In attesa che il tribunale militare (che ne ha competenza) si esprima in merito, ricorrere alle cure privatamente è uno sforzo economico che la sua famiglia, mamma Valentina Rocca con papà Andrea Trincucci e le sorelle Desirée e Isabella, non può affrontare da sola. Da qui la fondazione della Onlus “Christian e la sua storia” per cercare di raggiungere la cifra necessaria a portalo in America. Diverse centinaia di migliaia di dollari che lo separano dalla speranza, se non di una guarigione, almeno di una vita migliore.

Leggi anche:  Trasporto ferroviario, confronto positivo tra Comune, pendolari e assessore Terzi

La pizza con Kalica

La pizzata solidale di ieri sera è un tassello di questo percorso. Grazie alla partecipazione, alla lotteria organizzata grazie ai premi offerti da molti commercianti e alle offerte libere sono stati raccolti 940 euro. A Kalica invece sono andati 1095 euro per finanziare un’altrettanta opera importante come l’acquisto e la ristrutturazione di una casa, in Geromina, da destinare ai disabili.

Inaugurata l’aula a Vidalengo

Questa mattina, invece, il sindaco di Caravaggio Claudio Bolandrini insieme al suo vice Ivan Legramandi (presente anche alla pizzata solidale) hanno inaugurato ufficialmente l’aula multisensoriale realizzata nella scuola elementare di Vidalengo grazie a Christian e la sua storia Onlus.

TORNA ALLA HOME