Due agenti in meno rimpiazzati con un’ impiegata amministrativa, il comando di Romano è a corto di risorse.

Il comando

Sarà un autunno caldo, rosso di emergenza, quello che che si prospetta per la Polizia locale di Romano. Sono sempre meno infatti gli agenti a disposizione del comandante Arcangelo di Nardo che considerata la situazione ha messo da parte ogni grado e quotidianamente pattuglia la città, inserendosi nei turni come tutti gli effettivi in forza al comando. Una necessità emersa dopo che a maggio Renzo Novelli, storico agente, è andato in pensione e così come Maurizio Bezzi che lo seguirà il 31 dicembre. Quest’ultimo però da qui al pensionamento opererà a mezzo servizio, dovendo smaltire le ferie arretrate prima del termine.

Il rimpiazzo

L’Amministrazione per far fronte all’uscita degli agenti, ha piazzato un’impiegata amministrativa nel comando, che si occupa delle pratiche burocratiche ma non può svolgere sevizi di sicurezza sul territorio. Una carenza di risorse che fa da contraltare ad una richiesta di servizi straordinari sempre più in crescita, soprattutto nell’autunno di eventi e manifestazioni romanesi, volute dall’Amministrazione comunale. Gli agenti che nel fine settimana sono di servizio per garantire la sicurezza, riposano, come dovuto, il giorno successivo. Il comando così si trova ad affrontare una vera e propria emorragia settimanale per la mancanza di personale.

Leggi anche:  Allievi Ciclistica Trevigliese, un 2018 da ricordare

La nuova sede

A tutto ciò si aggiunge l’inadeguatezza dei locali del comando cittadino. In attesa dello spostamento nella nuova sede in Piazza Fiume, la Polizia locale è obbligata a barcamenarsi tra container adibiti a spogliatoti e spazi sempre più ristretti visto il crescere degli archivi. A tutti gli effetti una partita impari, viste le forze in campo, con la criminalità, sempre più crescente in città. Leggi di più su Romanoweek in edicola.

Torna alla home