Riload Festival a Palosco, si è conclusa con un grande successo lo scorso weekend, l’undicesima edizione della festa organizzata dai giovani del “Centro Zero”.

Riload Festival riempie il parco

Una festa unica nel suo genere a Palosco, allestita con grande cura nel parco che ha fatto da cornice alla vera protagonista dell’evento, la musica. Lo scorso weekend, per tre giorni, tanta musica, buon cibo, divertimento e spazio relax.

Parola all’associazione

A tracciare un bilancio del festival è il presidente dell’associazione “Centro Zero”, Michele Maifredi. “Questa è l’undicesima edizione che organizziamo come ‘Centro Zero’ anche se quest’anno abbiamo deciso di cambiare nome della festa (precedentemente Riloi River Festival, ndr) – ha detto Michele – l’obiettivo è la raccolta fondi da investire nella nostra sede. La risposta del pubblico c’è stata e fortunatamente abbiamo trovato anche bel tempo. Il target della nostra festa sono i giovani tra i 15 e 30 anni, ma accogliamo anche famiglie e meno giovani”.

Una festa alternativa

Alla festa infatti erano presenti famiglie con bambini per gustarsi una festa alternativa nel panorama paloschese. “Sono arrivate famiglie anche dalle zone limitrofe – ha proseguito il presidente – con la nostra festa cerchiamo di dare un’alternativa al territorio e far ascoltare musica diversa”.

Leggi anche:  In Italia quasi sette milioni di donne hanno subito una forma di violenza

Protagonista la musica

A farla da padrona è infatti la musica, ed il Riload Festival ha ospitato una delle selezioni del Bergamo Summer Contest che proclamerà il finalista che si contenderà la vittoria al festival di Chiuduno. “Domenica abbiamo ospitato il Bergamo Summer Contest che riunisce quattro festival musicali – ha spiegato Michele – il Rockin’ Ghisalba, il nostro, il Python Wood Festival e la finale che si svolgerà a Chiuduno”.

TORNA ALLA HOME