L’anno scorso sono stati oltre 150mila i partecipanti al festival Bergamoscienza, arrivato ormai alla 16esima edizione. Anche per quest’anno saranno tantissimi i laboratori, le conferenze, gli spettacoli e gli incontri con scienziati di fama mondiale.

Bergamoscienza, si parte sabato 6 ottobre

Il taglio del nastro è previsto per questo sabato, il 6 ottobre. Il festival proseguirà per 16 giornate, fino al 21. Protagonista assoluta la scienza, affrontata come sempre con un linguaggio accessibile a tutti, in tutte le sue diverse componenti: dalla fisica, alla chimica, dalla tecnologia alle neuroscienze, dalla medicina alla biologia, ma anche musica, teatro e letteratura. Un intreccio di sapere e spettacolo per promuovere e diffondere la cultura scientifica in un pubblico ampio.  Ad inaugurare il festival sabato saranno lo scrittore e sceneggiatore inglese Ian McEwan e il neuroscienziato Ray Dolan

L’incontro con il premio Nobel

BergamoscienzaCome ogni anno anche per questo 2018 sbarcherà in città un premio Nobel. Si tratta di Craig Cameron Mello, professore della University of Massachusetts Medical School e Premio Nobel per la Medicina 2006. Mello ha scoperto il meccanismo di “RNA interference”. Insieme ad altri colleghi Mello ha dimostrato che alcune molecole di Rna sono in grado di “silenziare” le informazioni contenute nei geni, permettendo così di identificarne il ruolo preciso. Una scoperta che ha avuto un impatto fortissimo in campo biomedico e della quale si parlerà nell’ultimo giorno di festival. Il 21 ottobre alle 17 l’incontro dal titolo “Zittire i geni – Una storia da Nobel”.

Leggi anche:  Ponte di Paderno: in arrivo nuove navette per i pendolari

L’uomo che ispirò Jurassic Park

Atteso quest’anno Jack Horner, paleontologo statunitense autore delle ricerche sul dinosauro che battezzò Maiasura che fornirono le prime prove di come i rettili preistorici accudissero i loro cuccioli. Horner è curatore del Museum of the Rockies di Bozeman, ricercatore del National Museum of Natural History e professore alla University of Montana. A lui è ispirato il personaggio di Alan Grant, paleontologo interpretato da Sam Neil protagonista del film cult di Steven Spielberg «Jurassic Park», di cui fu consulente scientifico.

Gli altri eventi in programma

Il primo weekend del festival sarà dedicato alle scuole. Quarantacinque istituti della provincia e l’università proporranno ai visitatori esperimenti scientifici da risolvere. Anche le forze dell’ordine parteciperanno a “La scuola in piazza” con stand dedicati al rapporto tra scienza e investigazione. Sul sentierone, sempre questo fine settimana, si parlerà invece di scienze e solidarietà, con la presentazione dei progetti tecnologici che hanno consentito l’avvio di programmi di sviluppo nel terzo mondo.Clicca qui per visualizzare il programma completo

TORNA ALLA HOME