Ancora pochi giorni di preparativi e martedì inizierà la Festa di San Rocco a Romano.

La Festa di San Rocco

La tradizionale sagra allieterà il Ferragosto dei romanesi rimasti in città, con pranzi, cene e tombolate fino a domenica 18. La location, che ogni anno fa registrare il pienone anche anche per questa edizione sarà la chiesetta campestre dei Cappuccini. Ogni edizione ha avvicinato di un altro passo la meta che da anni guida il comitato: raccogliere i circa 50mila euro necessari a rimettere in sicurezza il tetto, scongiurando le infiltrazioni che minacciato una delle perle dell’arte romanese: un affresco secentesco raffigurante la Danza macabra.

Danza macabra

La chiesetta fu realizzata nel 1631, l’anno dopo l’apice della tremenda epidemia di peste che solo a Romano uccise 281 dei circa duemila abitanti. La chiesa fu eretta su uno dei cimiteri degli appestati. L’affresco , la “Danza macabra”esorcizza proprio questa strage epocale. A sinistra la morte si prende un ricco, caratterizzato dall’osso davanti al teschio. A destra, dei poveri. Tra le altre opere della chiesa, dietro all’altare si trova una tela secentesca raffigurante alcune scene del contagio, che ritrae anche una veduta di Romano cinta dalle mura. Affresco il cui autore fino ad oggi era rimasto sconosciuto ma che martedì verrà svelato durante la cerimonia d’inaugurazione.

Leggi anche:  Paura su Brebemi, auto rischia di prendere fuoco

La riqualificazione

Le infiltrazioni d’acqua hanno rischiato però di danneggiare per sempre queste scene. Ma la caparbietà dei volontari che ogni anno si sono prodigati per organizzare la festa ha fatto sì che i lavori di ristrutturazione venissero eseguiti tempestivamente per salvaguardare le opere. L’appuntamento è per martedì sera, a partire dalle 19 con la Festa di San Rocco.

TORNA ALLA HOME