Ha aperto ieri, nel tardo pomeriggio, la Variante alla Sp 472 Bergamina. Si tratta della tangenziale che scorre a Ovest degli abitati di Casirate d’Adda e Arzago d’Adda, collegando il casello Brebemi di Treviglio-Casirate sino alla sp 185 Rivoltana a Sud.

Sp 472 Bergamina viaggio inaugurale sulla Variante

Ha aperto ieri, giovedì, intorno alle 17 la nuova strada che collega il casello dell’autostrada A35 Brebemi di Treviglio-Casirate con la Provinciale Rivoltana. Abbiamo fatto il viaggio inaugurale – ma l’inaugurazione ufficiale dell’opera sarà in autunno in concomitanza con l’apertura dell’hub Amazon di Casirate – in compagnia del sindaco Gabriele Riva di Arzago e dell’ingegner Massimiliano Rizzi, responsabile del Settore Viabilità della Provincia di Bergamo.

Via i tir dai centri abitati di Casirate e Arzago

La Variante alla “Bergamina” ha un’importanza fondamentale per i due Comuni. E’ una sorta di tangenziale Ovest per gli abitati di Casirate e Arzago che promette di sgravare fortemente il traffico veicolare, soprattutto quello dei mezzi pesanti, su una Provinciale come la Bergamina che “taglia in due” proprio i centri abitati di Casirate e Arzago.  Lunga 4,2 chilometri, la bretella per ora è aperta dal casello Brebemi sino alla Rivoltana, ma tra poche settimane verrà concluso anche il tratto a sud che si ricollega alla sp 472 in via Lodi ad Arzago. Una volta conclusi i lavori la Provincia potrà emanare l’ordinanza di divieto di transito dei tir sulla Bergamina nel tratto che attraversa i territori dei due Comuni.

Leggi anche:  Via libera al progetto per completare la tangenziale Est

Un’opera attesa da tempo

La nuova arteria stradale è costata circa 9 milioni di euro. La Variante è l’ultima tra le opere connesse alla realizzazione della linea ad alta velocità Treviglio-Brescia e finanziate con i fondi stanziati da Rfi che sarebbe dovuta entrare in funzione in contemporanea all’apertura della nuova autostrada. L’iter per i lavori, però, ha subito diversi intoppi. Dopo i problemi economici della ditta “Fabiani srl”, che si era aggiudicata inizialmente l’appalto della Provincia di Bergamo, i lavori sono stati subappaltati al “Gruppo Vitali spa” di Cisano che è riuscito a ultimare il cantiere in anticipo sui tempi previsti di consegna, l’8 agosto.

Maggiori dettagli sul Giornale di Treviglio in edicola da oggi.

TORNA ALLA HOME