Una sfilata amatoriale di abiti da sposa per una raccolta fondi a favore dell’associazione “Amiche per Mano” della Clinica Gavazzeni Bergamo. L’evento si è tenuto il 20 luglio 2019 al Castello Visconteo di Pagazzano. Il 24 settembre, tuttavia, sarà possibile rivivere l’esperienza assistendo alla proiezione del video ricordo della serata.

L’evento

Un gruppo di donne colpite in prima persona dal tumore al seno hanno deciso di unirsi nel 2016 e fondare un’associazione che possa assistere le donne e i loro famigliari lungo il percorso di cura , oltre a sostenere concretamente la ricerca. Ogni anno, l’associazione, guidata dalla presidente Elena Pellorini, organizza eventi di varia natura sul territorio provinciale e non solo.

Collaborazione con Avis Aido

Quest’anno in collaborazione con Avis e Aido del comune di Pagazzano, Pelledori ha messo in scena una sfilata di circa 80 abiti da sposa dal 1940 ai giorni nostri, coinvolgendo non solo le dirette interessate, ma anche amici e parenti; grazie al patrocinio del Comune e alla collaborazione delle varie associazioni e dei volontari presenti, che hanno accolto oltre 500 persone offrendo un punto di ristoro.

Un successo

La serata è stata un successo. E’ stato un vero e proprio spettacolo emozionanate, con fiori e musica, trucco e tanto altro. Gli spazi interni del castello hanno fatto da cornice rendendo l’atmosfera suggestiva. Durante la serata sono intervenuti il sindaco Daniele Bianchi, il dottore Massimo Grassi capo sezione senologia e il collega Emilio Bombardieri direttore scientifico, entrambi operanti alla Clinica Gavazzeni, Melania Moriggi presidente Avis sezione Pagazzano ed Elena Pellorini.

Leggi anche:  A Pagazzano tornano i Giorni dell'arte in castello

Un video per rivivere la sfilata

Il 24 settembre le partecipanti si ritroveranno nei locali messi a disposizione dalla parrocchia per rivivere la serata scambiandosi ricordi ed emozioni vissute, in tale occasione sarà proiettato un video per ricordare l’esperienza passata, sarà inoltre un’occasione per ricordare a tutti l’importanza della prevenzione e della diagnosi precoce e sottolineare il messaggio sempre attuale della donazione di sangue e di organi.

TORNA ALLA HOME