Stop alla violenza. Questo il nome dell’iniziativa che si è svolta ieri, domenica 24, nel castello di visconteo, e continua oggi.

Stop alla violenza sulle donne

Ricorrono quest’anno i 20 anni dall’istituzione da parte dell’ONU della Giornata mondiale contro la violenza sulle donne e l’Amministrazione pandinese ha voluto dare un segnale forte.
“Una data scelta, quella del 25 novembre, a memoria del brutale assassinio delle sorelle Mirabal, stuprate e selvaggiamente uccise per essersi opposte al regime del generale Trujillo, nella Repubblica Dominicana – ha commentato l’assessore al Commercio Riccardo Bosa –  Come Amministrazione abbiamo pensato di fare qualcosa per far sentire la nostra vicinanza a tutte quelle donne che vengono ancora oggi brutalizzate e che hanno bisogno di aiuto. Come assessore sono stato contattato da una donna che collabora con il “Rifugio degli artisti” di Crema che voleva organizzare una esposizione di artiste donne con opere inerenti la giornata. Trovando l’iniziativa molto interessante mi sono subito mosso con la vicesindaco Francesca Sau al fine di organizzare l’evento. Nasce così l’iniziativa: Stop alla violenza.

Leggi anche:  Natale a Sergnano... domenica si accende l'albero in piazza

Domenica 24 e lunedì 25 il castello teatro dell’iniziativa

Nella giornata di ieri sono stati esposti nell’arena interna del castello le opere delle artiste e alle 18 è andato in scena uno spettacolo fatto di luci: doveva essere utilizzato il fuoco ma il maltempo non lo ha consentito.  Il discorso di apertura è stato tenuto dalla presidente del Consiglio comunale Alessia Clerici.

“All’ingresso del maniero domenica e oggi, lunedì 25, è stata posizionata una sagoma che rappresenta una donna con le Scarpette Rosse, simbolo riconosciuto della Giornata contro la violenza sulle donne – ha concluso Bosa – Questo piccolo segnale da parte dell’Amministrazione vuole essere un gesto simbolico di vicinanza alle tante, troppe donne che quotidianamente lottano nel silenzio contro mostri che spesso abitano nelle loro stesse mura”.

In serata davanti alle scuole è stata infine installata una panchina rossa. A breve verrà poi posta una targa.

TORNA ALLA HOME