Tornano le anatre nel fossato del castello Visconteo. Il gruppo della Civiltà Contadina ci riprova dopo il primo tentativo andato male. Questa volta lo fa costruendo un’apposita casetta in legno per gli animali. Intanto in paese emerge sempre con più insistenza la necessità di un’area cani. L’Amministrazione Moriggi ha fatto sapere che ne sta valutando la realizzazione, anche se il problema principale è capire quale luogo possa essere il più idoneo.

Sono tornate le papere

Hanno attirato l’attenzione di molti i piccoli anatroccoli e papere presenti nuovamente all’interno del fossato del castello di Pagazzano. In accordo con l’associazione dei pescatori amatoriali, il gruppo della Civiltà Contadina ha deciso di riprovarci. Infatti, anni fa si era già cercato di mettere all’interno del fossato questa specie animale. Il tentativo però era fallito a causa dell’inciviltà della comunità.

Una presenza graziosa

“La presenza di questi animali rende molto più grazioso il fossato – ha spiegato Fulvio Pagani – anni fa avevamo fatto un tentativo che però non era andato a buon fine. Oggi ci proviamo di nuovo. E pare che la cosa stia funzionando”. Infatti, anni fa, era capitato che le anatre sparissero, perché i cittadini se le portavano a casa. Era pure capitato di vedere delle uova calpestate. “Un vero caso di inciviltà” ha commentato Pagani. Ora la situazione pare ben diversa. Ad aiutare è stata certamente la casetta realizzata appositamente per gli animali. Pagani ha comunque assicurato che non verranno posti né cigni, né oche nonostante piacciano molto. Questi animali sono molto territoriali e quindi di per sé abbastanza pericolosi.

Leggi anche:  Variante di Vaprio: iter sbloccato, manifestazione sul ponte FOTO VIDEO

E l’area cani?

Intanto in paese è emersa anche l’esigenza di un’area apposita per i cani. “Non solo servirebbe un’area cani – ha commentato Pagani – servirebbe pure maggiore arredo urbano all’interno dei parchi pensato per questi animali. Mi riferisco a quei distributori che erogano sacchetti per raccogliere le deiezioni canine, presenti in molti paesi ma assenti a Pagazzano”.

Il parere del sindaco

Ad essere d’accordo con l’idea di Pagani e la cittadinanza è anche il primo cittadino Raffaele Moriggi che però ha detto che per l’area cani bisognerà attendere ancora un po’. “L’intenzione dell’Amministrazione è quella di realizzare un’area pensata per i cani – ha spiegato il sindaco – tuttavia ad oggi c’è un problema. Bisogna trovare il sito più adatto, che non sia né troppo vicino alle abitazioni, ma neppure troppo lontano e allo stesso tempo in centro, così che sia raggiungibile da più persone. Ci stiamo lavorando”.

TORNA ALLA HOME