Ha fatto tappa anche a Treviglio il tour perlustrativo nelle stazioni ferroviarie della Provincia di Bergamo del consigliere regionale Niccolò Carretta (Lombardi Civici Europeisti), 27 anni e membro della Commissione Infrastrutture e Trasporti. Con lui anche i trevigliesi Molteni, Rossoni, Sonzogni.

Carretta a Treviglio

“Sono un pendolare sin dai tempi dell’università e ho visto la situazione peggiorare drammaticamente anno dopo anno; per questo in Regione, mi occupo oltre che di giovani, ambiente e salute, anche del tema dei pendolari perché se c’è una cosa che non funziona in Lombardia è proprio il servizio di trasporto gestito da Trenord”, commenta il consigliere mentre consegna, ai pendolari, volantini che chiedono a chiare lettere “più affidabilità del servizio, più pulizia e più sicurezza”.

Interrogazione in Regione

Martedì 9 ottobre, durante il Question Time del Consiglio Regionale proprio Carretta ha chiesto all’Assessorato ai Trasporti un incremento delle vetture rotabili nella tratta Bergamo-Milano via Treviglio visto il sovraffollamento dovuto al riversamento del traffico pendolari su questa tratta dopo la chiusura del Ponte di Paderno: “Non sono soddisfatto della risposta che mi è stata data poiché l’Assessorato prende tempo ormai da mesi, dice di essere consapevole dei disagi, ma allo stesso tempo non reagisce tempestivamente” ha dichiarato il proponente dell’interrogazione.

Sonzogni: “Servono più fermate”

Sulla vicenda è intervenuto Stefano Sonzogni, consigliere comunale di Treviglio (Partito Democratico): “Ringrazio il consigliere ed amico, Niccolò Carretta, che, non da oggi, si distingue nell’attenzione ai tanti, troppi, problemi che affliggono gli utenti del servizio ferroviario. I bisogni delle migliaia di pendolari di Treviglio e della Bassa sono chiari: pulizia, affidabilità e la garanzia di un posto a sedere – e aggiunge – la richiesta che, inoltre, gli amministratori locali fanno al consigliere Carretta è quella di ottenere più fermate, da e per Bergamo, a Treviglio Ovest per migliorare la connessione con la nostra città.”.

Leggi anche:  In Lussemburgo mezzi pubblici gratis (e qui il solito calvario)

Proprio la stazione di Treviglio Ovest è l’oggetto di un’interrogazione depositata ieri da Carretta in cui chiede lumi circa i lavori di ristrutturazione che sarebbero dovuti partire mesi fa.

Molteni: “Siamo al fianco dei pendolari”

Anche il Consigliere Erik Molteni (Lista Molteni Sindaco) dichiara: “Siamo sempre stati al fianco dei pendolari in quella che è un’autentica battaglia di civiltà: avere condizioni migliori nel servizio ferroviario, usufruito principalmente da lavoratori e studenti. Da troppo tempo chiediamo a Regione Lombardia un intervento concreto, ma ad oggi abbiamo avuto solamente parole e pochissimi fatti. Con l’azione di Niccolò Carretta in consiglio regionale, e con la nostra azione sul territorio, ci auguriamo che finalmente la Regione apra gli occhi e intervenga concretamente.”

Rossoni: “Dopo Pioltello la situazione è peggiorata”

Laura Rossoni consigliera comunale (Partito Democratico) conclude gli interventi locali affermando: “A distanza di oltre otto mesi dal gravissimo incidente di Pioltello, nel quale persero la vita tre donne, il già insoddisfacente servizio offerto da Trenord ha subito un notevole peggioramento e non accenna a migliorare. Soppressioni e ritardi quotidiani, carenza di informazioni e assistenza, carrozze sovraffollate e malfunzionanti, condizioni di igiene e sicurezza spesso assai scarse. Per queste ragioni il comitato pendolari di Romano di Lombardia ha lanciato l’idea di una class action alla quale hanno aderito centinaia di pendolari e che sostengo con convinzione.

TORNA ALLA HOME