Martedì pomeriggio il cindaco di Treviglio Juri Imeri, l’assessore Basilio Mangano e Piero Toti (in rappresentanza dei Comitati del Bacino di Treviglio, Crema e Romano) sono stati ricevuti a Milano dall’assessore ai Trasporti, Claudia Terzi, che ha così accolto per la terza volta l’invito del sindaco di Treviglio al confronto con il comitato pendolari di riferimento della città.

Treni, confronto positivo in Regione

Alla riunione hanno partecipato anche rappresentanze qualificate della struttura tecnica dell’assessorato regionale, oltre a funzionari di RFI e di Trenord. L’obiettivo dell’incontro era quello di fare il quadro completo sul servizio relativo al Nodo di Treviglio e alle linee ferroviarie afferenti evidenziando le maggiori criticità. In particolare sono state richieste maggiori attenzioni rispetto alla puntualità, alla comunicazione dei disservizi/ritardi, al sovraffollamento.

Attenzione alle coincidenze

È poi stato chiesto di porre la massima attenzione alla pianificazione dei servizi di corrispondenza dei treni nella stazione di Treviglio, dove spesso i trasbordi dei viaggiatori diventano irrealizzabili per il pochissimo tempo a disposizione.

Queste osservazioni, e molte altre connesse anche allo sviluppo infrastrutturale delle linee afferenti il Nodo di Treviglio, sono state raccolte in un documento redatto dai Comitati e condiviso dall’Amministrazione comunale, che è stato presentato e consegnato al tavolo: i presenti hanno fornito prime risposte e considerazioni impegnandosi a rispondere formalmente entro tre mesi alle tante sollecitazioni.

Riduzione delle soppressioni

Nell’incontro sono comunque arrivati primi riscontri operativi, attraverso le precisazioni dell’assessore Terzi e dei rappresentanti di Trenord e Rfi. In particolare è stato evidenziato che, pur in presenza di residue criticità, il TPL del Quadrante è interessato nel 2019 da significativi incrementi di regolarità sia in termini di forte riduzione dei servizi soppressi che in termini di puntualità, ancorché sulla linea Milano–Brescia siano presenti fino alla prossima estate cantieri per lavori di rinnovo al binario e interventi in stazione di Brescia che creano inevitabili disagi.

Trenord ha inoltre assicurato e dimostrato massimo impegno nella cura dei turni del materiale e del personale per garantire la massima puntualità dei treni in partenza, ricordando che è in corso un significativo ricambio dei treni a disposizione, mentre Rfi ha ribadito l’impegno al fine di contenere guasti e ritardi correlati e gestire al meglio i conflitti di circolazione tra i Treni AV e i treni regionali ad alta frequentazione.

Leggi anche:  Abbattuti quindici pini in via della Pace

Il Comitato pendolari

Su questo specifico tema Piero Toti ha ribadito la richiesta di equiparare in fascia pendolare le due tipologie di traffico.

“È stato un incontro positivo per i toni e i temi trattati e per la piena disponibilità ad approfondire le tematiche poste nei tempi tecnici necessari – commenta – per quanto attiene alle proposte di sviluppo infrastrutturale, condividiamo che la loro eseguibilità resta inevitabilmente vincolata dalla fissazione delle priorità in ambito nazionale/regionale per le relative competenze di RFI e Regione e alle correlate disponibilità finanziarie. Ringraziamo il sindaco di Treviglio per aver promosso questo nuovo incontro e l’assessore Terzi per la disponibilità”.

“Dialogo costruttivo, ma ci sono ancora criticità”

“Quando ci si pone in modo costruttivo si ottengono sempre buoni risultati e il nostro sostegno al Comitato pendolari della Bassa Bergamasca è sempre stato forte anche per questo motivo – commenta il primo cittadino Juri Imeri – Abbiamo avuto conferma dei miglioramenti del servizio evidenziato dalla riduzione delle soppressioni e dall’aumento degli indici di puntualità, ma ci siamo anche confrontati sulle criticità che permangono e che necessitano di una risposta. Come Amministrazione abbiamo anche ribadito l’apprezzamento per i lavori di riqualificazione della stazione Ovest che proseguono con positivi riscontri. Ringrazio l’assessore Terzi per aver accolto l’invito dimostrando ancora una volta grande attenzione al nostro territorio e massima disponibilità al confronto e al dialogo, che è stato diretto, propositivo e costruttivo con l’auspicio che possa portare anche ai risultati auspicati per migliorare il servizio a favore dei 10mila pendolari che hanno le nostre due stazioni come riferimento”.

TORNA ALLA HOME