La notizia è arrivata nella tarda mattinata di oggi, lunedì 7 gennaio 2019: sono quattro i bimbi morti all’ospedale di Brescia. Il numero dei decessi nel giro di una sola settimana sale insomma sale ancora, anche se la notizia è stata diffusa a diverse ore di distanza (il quarto bambino è volato in cielo sabato) e comunque dopo che il Ministro della Salute ha annunciato l’invio dei Carabinieri del Nas agli Spedali Civili e che la Regione ha ufficializzato l’istituzione di una commissione d’inchiesta ad hoc.

Giallo sulle cause

Come riporta BresciaSettegiorni.it, la Procura sta indagando per omicidio colposo. Troppo ravvicinata infatti la sequenza di morti che hanno visto coinvolti piccolissimi nel reparto di terapia intensiva neonatale.

Il nosocomio si difende, ma…

Dall’ospedale sostengono la tesi della coincidenza ed escludono epidemie, ma il ministro Giulia Grillo e l’assessore regionale al Welfare Giulio Gallera sono determinati ad andare fino in fondo. La Regione ha infatti disposto la convocazione di una Commissione d’inchiesta per far luce sulle cause dei decessi dei tre bimbi:

“Abbiamo dato mandato all’ATS Brescia di disporre una Commissione d’inchiesta regionale al fine di avviare tutti i controlli necessari per accertare le cause dei tre decessi”, ha dichiarato l’assessore al Welfare Giulio Gallera, esprimendo il cordoglio dell’intera Giunta regionale alle famiglie dei tre bimbi deceduti.

Sotto la lente ci sarebbe un’infezione sistemica, di cui ancora non si conoscono le cause.

Leggi anche:  L'Avis di Brignano dona tavoli e sedie al gruppo "Sfa"

MA IL FATTO CHE SEMBRA ANCOR PIU’ INCREDIBILE E’ CHE SOLO SEI MESI FA – AD AGOSTO – NELLO STESSO REPARTO ERA SUCCESSO UN CASO ANALOGO, CON UN BIMBO MORTO, ALTRI 8 INFETTATI E ANCHE ALLORA LA REGIONE AVEVA AVVIATO UNA COMMISSIONE D’INCHIESTA

Un caso anche a Lodi

Anche all’ospedale Maggiore di Lodi si è verificato un caso di morte di una neonata. E’ successo il 23 dicembre 2018. Non vi erano stati segnali preoccupanti, la gravidanza pareva andare per il verso giusto. E’ stato al momento del ricovero per il parto che le cose sono precipitate. In seguito al decesso, è stata disposta l’autopsia sul corpicino della piccola ed è stata aperta un’inchiesta dalla procura. (LEGGI QUI TUTTA LA VICENDA)