Una breve, seppur solo temporanea, tregua del maltempo è attesa per le giornate di venerdì e di sabato su gran parte del Paese, salvo locale residua instabilità sul medio-basso versante tirrenico e sulle Alpi di confine. Ampie schiarite sono invece attese sui restanti settori, con temperature diurne in nuovo generale aumento.

Domenica torna la pioggia

“Tuttavia giungono conferme circa un nuovo peggioramento delle condizioni meteorologiche per la giornata di domenica, per l’arrivo dell’ennesima perturbazione atlantica sull’Italia – a confermarlo è Andrea Vuolo, meteorologo di 3bmeteo.com che spiega – tornerà infatti a piovere già entro domenica mattina al Nordovest, specie su Liguria e Piemonte, ma con le piogge che si estenderanno rapidamente anche al Nordest, all’Emilia centro-occidentale e alla Toscana entro il pomeriggio-sera, dove sono attesi fenomeni anche localmente di forte intensità e a carattere temporalesco nella notte su lunedì sulla Liguria di levante e sull’alta Toscana. Il tutto sarà accompagnato da forti venti di Libeccio e Scirocco, con mari mossi o molto mossi.”

Neve a quote basse a nord ovest

“La perturbazione che giungerà domenica porterà nuove copiose nevicate su tutto l’arco alpino, inizialmente sui settori centro-occidentali e nella seconda parte della giornata anche su quelli orientali, con conseguente aumento del pericolo valanghe anche considerando la presenza di notevoli accumuli già presenti al suolo – avverte Vuolo di 3bmeteo.com – nevicherà probabilmente fino a quote di fondovalle su Alpi Liguri e Marittime (probabile una fase di neve umida anche su Cuneo città) e sopra i 600-800 metri sui restanti settori alpini piemontesi e valdostani, sulle Alpi centro-orientali nevicate copiose dal pomeriggio-sera sopra i 600-1.000 metri, a quote un po’ più elevate sulle Prealpi e solo a quote piuttosto alte sull’Appennino settentrionale (specie versante emiliano)”.

Leggi anche:  La messa dell'Immacolata a Brignano sarà trasmessa in tutta Italia dalla Rai

Cosa ci aspetta la prossima settimana?

“Lunedì la perturbazione continuerà ad agire sulle regioni di Nordest e al Centro, con piogge in estensione anche a Umbria, alte Marche, Lazio e Abruzzo occidentale, localmente fin verso Molise e alta Campania – aggiunge Vuolo di 3bmeteo.com – poi possibile temporaneo rinforzo di un campo di alta pressione al Nord che potrà favorire una fase più stabile ma a tratti nebbiosa sulle aree pianeggianti; situazione diversa invece per le regioni meridionali (Isole comprese) e per il medio-basso versante tirrenico che potrebbero fare i conti con un insidioso vortice mediterraneo che in tal caso potrà determinare una fase di maltempo con rovesci e temporali (da confermare). Seguiranno importanti aggiornamenti”, conclude il meteorologo.

TORNA ALLA HOME