In questa stagione sono tantissime e i proprietari di cani sanno bene quanto possano essere pericolose. Si infilano nelle zampe, nella bocca e anche nei genitali dei cani e possono causare infezioni anche gravi. Sono le spighe di forasacco, sulle quali due residenti della zona Nord hanno lanciato un appello all’Amministrazione comunale.

“Raccolta incompleta in zona nord”

“Con disappunto – hanno scritto in una lettera inviata a sindaco e ufficio Ambiente – facciamo notare la mancata raccolta delle spighe ai bordi dei prati e nelle aiuole circostanti gli alberi. E’ noto che questa spiga è estremamente pericolosa per gli animali”.
Le due trevigliesi hanno sottolineato che l’erba nei prati della Zona Nord viene tagliata regolarmente, ma le spighe non vengono raccolte completamente, a differenza che in centro. “Perché – si sono chieste – nel nostro quartiere, dove risulta che ci sia un numero maggiore di cani, il Comune non porta a termine il lavoro di rasatura con la raccolta delle spighe?”. Entrambe hanno poi fatto notare che il Comune ha recentemente approvato il regolamento per la tutela e il benessere degli animali (LEGGI E SFOGLIA IL DOCUMENTO)

Leggi anche:  Il "mio" Felice Gimondi, campione di umiltà e saggezza IL RITRATTO

“Esso prevede che gli animali non siano portati in luoghi non idonei alla loro salute – hanno scritto nella lettera – Ma come facciamo a farli passeggiare in benessere se c’è dispersione di spighe?”.

TORNA ALLA HOME