E’ cominciata oggi la campagna dell’Asst Bergamo Ovest per la diffusione della vaccinazione antinfluenzale. Ecco dove e come vaccinarsi, per chi ne ha diritto e vuole farlo nelle strutture che fanno riferimento ai Presst.

Vaccinazione antinfluenzale? Il dg Peter Assembergs testimonial

Con lo slogan “Non farti influenzare! Fatti vaccinare”, la campagna proseguirà per tutto il mese. Il primo a farsi vaccinare? E’ stato il direttore generale dell’Asst, Peter Assembergs, che con gli altri direttori Flavia Pirola, Vincenzo Ciamponi e Callisto Bravi si sono presentati di buon mattino nello studio del medico Egidio Madeo.

Per chi? Categorie a rischio under 65 anni

La campagna dell’Asst Bergamo Ovest è rivolta:

-A soggetti adulti appartenenti alle categoria a rischio di età INFERIORE ai 65 anni 

– Ai bambini oltre i sei mesi con patologie croniche

Gli interessati dovranno presentarsi con il cartellino di esenzione ticket che attesti la patologia per la quale si ha diritto alla vaccinazione, oppure idonea documentazione sanitaria.

Per tutti gli altri, restano ovviamente a disposizione gli altri “canali” per accedere alla vaccinazione antinfluenzale presso il proprio medico di base, anche acquistando il medicinale in farmacia.

Chi può fare la vaccinazione antinfluenzale gratuitamente

Ma chi può vaccinarsi gratuitamente? L’Organizzazione Mondiale della Sanità indica quale obiettivo primario della vaccinazione antinfluenzale la prevenzione delle forme gravi e complicate di influenza e la riduzione della mortalità prematura in gruppi ad aumentato rischio di malattia grave. Sulla base di tali indicazioni le persone alle quali viene raccomandata ed offerta gratuitamente la vaccinazione sono:
– Soggetti di eta’ pari o superiore a 65 anni
– Bambini di eta’ superiore ai 6 mesi, ragazzi ed adulti affetti da patologie che aumentano il rischio di complicanze da influenza
– Donne in gravidanza
– Lungodegenti
– Medici e personale sanitario di assistenza
– Familiari e contatti di soggetti ad alto rischio

QUI i Comuni coperti da ciascun Presst dell’Asst Bergamo Ovest.

Il calendario dell’Asst Bergamo Ovest

Vaccinazioni antinfluenzali nella Bassa ECCO DOVE E QUANDO

Per appuntamento a Romano: tel 0363 919250 (lun-gio 10,30-13) mail: vaccinazioni.romano@asst-bgovest.it
Per appuntamento a Treviglio/Caravaggio: tel 0363 590900 (lun, mar, mer, gio 9,00-12,30) vaccinazioni.treviglio@asst-bgovest.it

Vaccinazione antinfluenzale, perché farla

La vaccinazione antinfluenzale è fortemente consigliata anche per gli operatori sanitari, per ovvie ragioni. Spiega il dg Assembergs:

“Con questa nostra iniziativa vogliamo affermare pubblicamente la nostra attenzione verso la prevenzione delle malattie attraverso le vaccinazioni. Vorremmo che il nostro gesto sia di sprone a tutti gli operatori sanitari dell’Asst perché facciano altrettanto: vaccinarsi ha infatti anche un aspetto etico e deontologico. Per gli operatori sanitari sottoporsi alla vaccinazione rappresenta un atto di rispetto nei confronti di loro stessi, dei colleghi e dei pazienti che si affidano all’Ospedale di Treviglio-Caravaggio, di Romano di Lombardia e a tutti i servizi territoriali afferenti alla nostra Asst”.

Ma l’Oms consiglia la vaccinazione antinfluenzale anche per gli altri soggetti.

“L’Organizzazione Mondiale della Sanità indica quale obiettivo primario della vaccinazione antinfluenzale la prevenzione delle forme gravi e complicate di influenza e la riduzione della mortalità prematura in gruppi ad aumentato rischio di malattia grave. La vaccinazione antinfluenzale rappresenta un mezzo efficace e sicuro per prevenire la malattia e le sue complicanze, pertanto il vaccino antinfluenzale è indicato per tutti i soggetti che desiderano evitare la malattia influenzale e che non abbiano specifiche controindicazioni. Il vaccino non previene malattie causate da altri virus o da virus influenzali non contenuti nel vaccino stesso; l’efficacia, cioè la quota di persone che sono protette dall’influenza a seguito della vaccinazione, non è il cento per cento in quanto circolano virus influenzali diversi rispetto a quelli contenuti nel vaccino”

Ancora lontani dagli obiettivi

Le azioni proposte dalle linee guida della Regione sono finalizzate a sostenere il raggiungimento degli obiettivi di copertura (del 75% come obiettivo minimo perseguibile e il 95% come obiettivo ottimale, negli ultrasessantacinquenni e nei gruppi a rischio) con una uniformità di offerta sul territorio regionale.

Leggi anche:  Violenza sulle donne, un fenomeno che colpisce 7 milioni di donne

Negli ultimi 5 anni la copertura per la popolazione lombarda over 65 anni è stabile attorno ai valori del 47%-48% e quindi inferiore al dato nazionale con però un aumento in valore assoluto del numero di vaccinazioni eseguite: nell’ultima stagione antinfluenzale sono state eseguite 1.289.991 vaccinazioni, di cui 1.083.010 ai soggetti over 65 anni pari ad una copertura del 48,1%.

“Seppur in crescita rispetto all’annualità precedente, resta ancora lontano dall’obiettivo minimo di copertura e impone un rinnovato impegno per il suo miglioramento. Il numero complessivo delle vaccinazioni è invece in costante aumento negli ultimi 5 anni (nel 2014/15 erano 1.137.050) ciò grazie anche ad una offerta sempre maggiore verso le categorie a rischio” fa sapere Regione Lombardia in una nota.

QUI il calendario completo sul sito dell’Asst Bergamo Ovest

TORNA ALLA HOME

Nella foto: il dg dell’Asst Bergamo Ovest Peter Assembergs si sottopone a vaccinazione antinfluenzale