E’ arrivata l’autorizzazione paesistica da parte di Città metropolitana, la luce in fondo al tunnel che vedono il sindaco Gianmaria Cerea e il collega vapriese Andrea Beretta a proposito della realizzazione della Variante del Monasterolo.

Variante di Vaprio

«Finalmente – aveva spiegato Beretta nei giorni scorsi – A occhio si tratta dello stesso progetto già approvato in settembre con in più alcune prescrizioni non sostanziali. Ora non resta che far ripartire il cantiere cosa che, credo, avverrà dopo che Città metropolitana e l’appaltante si saranno seduti a un tavolo e avranno trovato un accordo». A questo punto il progetto per realizzare la Variante sembrava sul punto di poter essere concretizzato dopo aver superato un ultimo ostacolo del suo tribolato iter. Una autorizzazione paesistica sull’opera era già stata emessa da Città metropolitana alcuni anni fa, ma il protrarsi del procedimento aveva fatto scadere il parere della Commissione che, così, è stata interpellata nuovamente sull’opera viabilistica.

Manifestazione sul ponte

Questa mattina i sindaci dei due Comuni interessati, Vaprio e Canonica, si sono ritrovati insieme alle delegazioni proprio sul ponte, per una manifestazione simbolica. Le due delegazioni sono partite dai rispettivi Municipi per incontrarsi, alle 11, sul ponte. Presente anche il deputato bergamasco ed ex assessore alle Infrastrutture di Regione Lombardia Alessandro Sorte. “Abbiamo seguito un iter lungo anni – ha detto il sindaco di Vaprio – Speriamo che con questa manifestazione si solleciti l’apertura del cantiere”.

TORNA ALLA HOME