Un momento senza dubbio importante per il territorio e per i cittadini che lo abitano e che su di esso devono necessariamente spostarsi per lavoro o studio. La riapertura del Ponte di Paderno ad auto e moto, avvenuta oggi, venerdì 8 novembre 2019, con una cerimonia ufficiale, è stata definita dai sindaci dei due paesi collegati dal San Michele, ovvero Paderno e Calusco, un evento che ricuce una ferita dolorosa.

LEGGI ANCHE 

Riaperto il Ponte di Paderno: i treni torneranno a circolare a settembre con 2 mesi di anticipo FOTO E VIDEO

Ponte di Paderno, un nuovo inizio IL VIDEO

Ponte di Paderno, duro attacco da Merate: “Festa? Ma vergognatevi…”

Tanti presenti e una assenza pesante

Tanti i cittadini che hanno partecipato. Assenti invece i membri del Comitato Ponte San Michele, il sodalizio nato proprio dopo la chiusura del ponte, che hanno deciso di non partecipare all’evento “perché la messa in sicurezza di un ponte è un atto dovuto e saremo soddisfatti quando potremo tirare un sospiro di sollievo alla fine dell’intera odissea, ovvero con la riapertura del tratto ferroviario. Alla politica chiediamo meno presenza formale e più presenza sostanziale sul territorio quando segnaliamo i vostri e nostri disagi e chiediamo risposte ed esenzioni economiche.”

Leggi anche:  Addio a Luigi, una vita dedicata al suo paese

Vi siete persi la riapertura del Ponte di Paderno? Vivetela con noi

Ma se oggi non siete riusciti a godervi questo taglio del nastro, godetevelo con noi in questo video. Nel frattempo è iniziato il conto alla rovescia anche per i pendolari: il commissario Maurizio Gentile infatti ha annunciato che i treni torneranno a transitare sul ponte prima dell’inizio del prossimo anno scolastico.