Verrà completata la via Roma, a Calvenzano, che si innesterà alla sp 136 con una rotatoria formando così una sorta di tangenziale Est del paese. In Giunta via libera al progetto degli attuatori del Pii “Via Sorde, via Vesture, via Roma”

Il completamento della tangenziale Est

Un passo avanti decisivo per il completamento della via Roma a Calvenzano. La strada, una volta collegata con la Provinciale 136 in via Treviglio, diventerà la circonvallazione Est del paese. Una via di collegamento veloce, senza passare per il centro abitato, per quanti da Caravaggio o Misano intendono raggiungere Treviglio (arrivando in paese dalla tangenziale Ovest di Caravaggio) e viceversa. La Giunta Ferla ha approvato il progetto definitivo dei lavori presentato dai lottizzanti del Piano integrato d’intervento «Via Sorde, via Vesture, via Roma» per l’ambito «2PP». Si tratta del completamento dell’ultimo tratto della via Roma, circa 180 metri di strada che andrà a congiungersi, a Nord del paese, con la sp 136 in via Treviglio attraverso la formazione di una rotatoria.

La via Roma di Calvenzano che verrà collegata alla sp 136, in via Treviglio, da una rotatoria

Il progetto al vaglio della Provincia

“Via Tasso aveva già espresso un parere positivo al progetto preliminare (approvato ad aprile, ndr) – ha spiegato il sindaco Fabio Ferla -. Ci aspettiamo quindi che il parere venga confermato anche al progetto definitivo che permetterà agli attuatori del Pii di realizzare l’ultima opera di standard qualitativi prevista nella convenzione urbanistica”. Il Piano integrato di intervento che, negli anni, ha urbanizzato la zona a Nord-Est del centro di Calvenzano (il quartiere “nuovo”) è stato approvato in Consiglio comunale il 2 maggio 2007, mentre la successiva convenzione urbanistica tra Comune e privati lottizzanti è stato stipulata l’8 novembre dello stesso anno di fronte al notaio.

Leggi anche:  Dialisi a domicilio: a Treviglio un centro all'avanguardia QUI OSPEDALE

Si chiudono le opere a standard della convenzione

I lottizzanti, già da tempo, avevano presentato un progetto per completare il collegamento tra la via Roma e la via Treviglio. La zona, però, non era ancora del tutto urbanizzata e l’Amministrazione preferì dare priorità ad altre opere previste nella convenzione edilizia. Si cominciò con i lavori alle scuole, realizzando il nuovo tette e il cappotto isolante nell’ala vecchia del plesso in piazza Vittorio Emanuele II. Poi ci fu l’ampliamento dell’asilo in via Sorde e la nuova ala della scuola per ospitare la palestrina e il refettorio. Infine, la realizzazione del grosso parcheggio di via Roma e il completamento delle opere di urbanizzazione della strada nel lato a Nord.

TORNA ALLA HOME