La diatriba fra la famiglia Premoli e il Comune di Ricengo sembra ormai conclusa. Emilio Premoli, proprietario dell’azienda agricola sgomberata, si è visto rigettare il ricorso. Un sospiro di sollievo per il sindaco Ernestino Sassi.

Il ricorso

L’Amministrazione aveva deciso di costituirsi in giudizio innanzi al Tar, contro il ricorso presentato dalla società agraria di Emilio Premoli. Al centro del contenzioso lo sgombero dei fabbricati adiacenti a Villa Obizza, residenza palladiana di Bottaiano, dichiarata pericolante. Nel mese di luglio, il sindaco Ernestino Sassi ha ordinato a malincuore lo sgombero dei fabbricati circostanti in seguito al quale la parte lesa ha presentato un ricorso in sede amministrativa. Respinto, sarà ora costretta a risarcire il Comune per le spese processuali.

 

Leggi di più sul CremascoWeek in edicola venerdì prossimo!

TORNA ALLA HOME