“Assurdo continuare a incentivare il traffico su strade e autostrade”. Legambiente Lombardia critica così la scelta della nuova Giunta regionale di emettere dei voucher mobilità per agevolare gli automobilisti che frequentano abitualmente le autostrade.

Voucher mobilità

Presa così sarebbe una buona notizia: sconti e agevolazioni per chi, per lavoro, macina molti chilometri in automobile. Per Legambiente Lombardia, però, si tratta del primo passo – nella direzione sbagliata – per allontanarsi dalle esigenze dei pendolari che da anni protestano per un miglioramento del trasporto su ferro. Durante la presentazione al Consiglio regionale delle linee guida del suo programma di governo il presidente di Regione Lombardia, Attilio Fontana, ha annunciato un voucher per agevolare i pendolari che utilizzano l’automobile, una decisione che mira a diminuire i pedaggi per i frequentatori abituali delle autostrade.

I lombardi chiedono un trasporto pubblico efficiente

«Regione Lombardia parte già con il piede sbagliato e dimostra di non cogliere minimamente le tendenze della mobilità – dichiara Barbara Meggetto, presidente di Legambiente Lombardia – Mentre i lombardi chiedono trasporti pubblici efficienti, interventi per migliorare la rete e i servizi ferroviari, incentivi a modalità di sharing dei mezzi, l’istituzione regionale si ancora a posizioni arretrate per salvare infrastrutture fallimentari quali Pedemontana e Brebemi. Nella nuova Giunta figura addirittura un assessorato alla Mobilità Sostenibile, con a capo Claudia Terzi. Ma nel programma di governo di Fontana per quanto riguarda i trasporti non ravvisiamo alcuna sostenibilità».

Leggi anche:  Sciopero treni, ancora disagi per i pendolari BINARI E STRADE

Legambiente con i pendolari

Per questo Legambiente Lombardia ha aderito alla protesta del Comitato Pendolari della Gallarate-Milano che ieri ha fatto sentire la propria voce in stazione a Milano Porta Garibaldi.