Mobili da giardino, è il loro momento. La bella stagione ci porta inevitabilmente, e finalmente, a vivere all’aria aperta. Gli spazi di casa si ampliano, andando a sfruttare il giardino e i porticati, ossia tutti quegli ambienti che abbiamo dimenticato durante l’inverno. Il mood di questi ultimi anni è piuttosto chiaro: gli esterni non vanno considerati semplicemente in quanto tali, ma devono essere intesi come un prolungamento del design delle nostre abitazioni. Arrivati a questo punto la domanda focale è: siete pronti per l’estate? Avete un arredo giardino tradizionale o siete riusciti a coniugare l’essenza della vostra casa anche negli spazi a cielo aperto? Inutile disperare, non è mai troppo tardi per andare a caccia di complementi d’arredo, mobili da giardino e quant’altro.

Mobili da giardino, un mondo da scegliere

C’è chi cerca un salotto estivo, oppure chi si accontenta di un angolo di relax. Ma c’è anche chi per tre mesi o più a pranzo e a cena si trasferisce in giardino. E poi c’è chi organizza feste, barbecue, cene e chi più ne ha più ne metta. Con cosa dobbiamo fare i conti? Ovviamente con lo spazio. Se si ha un piccolo lembo di terra sarà difficile organizzare un party, se invece la metratura è generosa… beh, ci si può pensare. Per soluzioni standard, canoniche, il consiglio è quello di procurarsi un tavolo da abbinare a sedie pieghevoli: badate bene, se optate per il legno che sia di buona qualità. Altrimenti i vostri mobili, esposti all’aria aperta (e pure se coperti da un tetto, vedi portichetto) si logoreranno molto velocemente.

Leggi anche:  Caldaia a condensazione o a biomassa?

Prodotti impermeabili

Lo stesso discorso vale per una comoda cassapanca: perché non dotarsi di questo mobile? Svolge due funzioni in una, può contenere oggetti utili e, dotata di cuscini, può garantire una comoda seduta. Soluzione shabby o country chic, il top della proposta. Senza scordare il ferro battuto o il vimini, altri materiali sempre gettonati e apprezzati da chi sceglie un arredo giardino di design. Attenzione anche agli arredi in rattan, in alluminio trattato, in resina, in fibra sintetica, in teak e in bamboo. C’è un mondo da scegliere. Partendo sempre da un presupposto: che siano prodotti impermeabili.

Se si ha un po’ di spazio…

Sin qui ci siamo limitati all’esterno base. Divertiamo ad aumentare gli spazi a disposizione. Ecco dunque un vero e proprio salotto, con un divano, magari con chaise longue, pouf e poltroncine. Il top sarebbe inserire persino un’amaca di design, per favorire relax totale unito ad un tocco di originalità. Può essere utile la presenza di un tavolino basso, a cui aggiungere dei cuscinoni per la seduta, in perfetto stile rurale. La parola d’ordine è sempre funzionalità, è bene non scordarlo. E va di pari passo con la semplicità: non servono bomboniere in giardino. Proseguiamo il nostro giro: avete mai pensato ad un ombrellone? La solidità della pianta è fondamentale, quasi quanto la robustezza del braccio. In questo modo è possibile restituire a nuova vita angoli di giardino in precedenza non utilizzati perché troppo baciati dal sole.