Commenti Recenti

Addirittura il vecchio presidente somalo Siad Barre si vantava decenni fa di aver prestato servizio come carabiniere. Quindi è una bufalona che sia il primo carabiniere musulmano. E’ giusto però che evidenziate la novità, perchè la questione non è affatto il bravo milite, bensì la sorella e la madre velate. Il che pone il problema del motivo per cui i media progressisti (progressisti a parole) esaltino un palese simbolo di sottomissione come il velo musulmano, imposto a legnate da mariti e padri se la donna non lo vuole indossare.

27 Giugno alle 12:44

A parte la sicurezza che ha dati incontrovertibili per chiarire.. ma non designare i battelli nuovi in ricordo della magnifica manifestazione con i nomi degli artisti di questa levatura la dice lunga.

27 Giugno alle 11:11

ma chi gli ha chiesto di venire in Italia? poteva rimanere dov’era questo Grande Artista

27 Giugno alle 08:50

Non posso che confermare. Dopo oltre un’ora di attesa in ortopedia per la figlia di 10 anni, e l’ORTOPEDICA CI AVEVA VISTE E NON AVEVA PAZIENTI, me ne sono andata….e poi si lamentano se vengono aggrediti. Il direttore si faccia delle domane

26 Giugno alle 22:24

Io non giustifico il paziente ma veramente ultimamente a zingonia in ps è un delirio ore e ore per capire che cosa potresti avere, e poi 7ore di attesa ti dicono semplicemente tranquilla è solo broncopolmonite questa è la cura buona serata

26 Giugno alle 18:38

Non é andata così almeno non scrivete cagate…

25 Giugno alle 09:18

Mi pare è stata coinvolt una donna di 42 anni nell incendio..non l avete menzionato. La moglie o chi?

24 Giugno alle 23:48

Complimenti per ricopiare pari pari gli articoli dall’Eco di Bergamo.

23 Giugno alle 19:13

Tutto nella norma, e stupido condannare questi fatti, le bestie siamo noi Umani.

22 Giugno alle 20:51

Mettete almeno una foto più recente, ormai supera abbondantemente il quintale.

21 Giugno alle 09:13

e chi se ne frega.

21 Giugno alle 09:12

molto bene. complimenti. alla precedente amministrazione che ha pensato, predisposto e completato il progetto.

21 Giugno alle 08:56

Volevo complimentarmi sia per il lato professionaleche umano del Dott. Gianluca Geroni, primario del pronto soccorso di Treviglio. Persona che trasmette competenza e rispetto verso il paziente e chi lo accompagna. Un caloroso saluto, nonchè commento positivo, anche all’infermiera di nome Aurora, sempre così gentile, paziente, umile, simpaticissima e cara con tutti.

20 Giugno alle 19:42

Rischiano la vita per 4 soldi, mentre i nostri politici discutono per aumentare i lo stipendio e studiare come fregarci altri soldi, è una vergogna

19 Giugno alle 12:51

finalmente,speriamo in bene,sempre pronto a dare una mano,grazie ragazzi.

17 Giugno alle 20:35

Buongiorno e grazie per aver dato risalto a quanto sta accadendo.
Segnalo una mia risposta alle provocazioni del Sindaco, presente sulla pagina del Comune di Trescore Cremasco.

Ogni giorno poi, non ottenendo risposte nel merito, sto ponendo le stesse domande.

“Di seguito, il testo della mia seconda comunicazione

Buongiorno.
Sono abituato a rispondere alle domande entrando nel merito, e quindi rispondo a quelle che Lei mi ha posto:

– è vero o no che lei come altri parla per parlare: cosa facciano gli altri non mi permetterei mai di giudicarlo. Io parlo perchè preoccupato della salute dei miei figli e perchè, avendone sentite tante, gradirei risposte chiare e definitive da chi ritengo essere la Maggiore Autorità nel Comune di Trescore Cremasco;

– è vero o no che lei non ha nessuna competenza in materia: è vero, io non ho alcuna competenza. Proprio per questo mi sono rivolto a Lei, persona competente, garante e primo responsabile della salute di chi vive i luoghi a Lei affidati, per avere delle risposte chiare e definitive in merito;

– è vero o no che lei non ha nessuna documentazione sull’argomento: non è vero che io non sia in possesso di alcun documento. Ho avuto la possibilità di visionare tutto ciò che è stato reso pubblico, oltre ai materiali presentati in un’assemblea nel maggio scorso a CasalettoVaprio, a cui Lei, Sig. Sindaco è stato invitato e a cui Lei, Sig.Sindaco, non ha partecipato e non ha inviato, in veste ufficiale, suoi rappresentanti;

– è vero o no che lei parla come si parla al bar ma non come genitore di buon senso: non è vero per diversi motivi. Il primo è che non frequento i bar e non ne conosco il linguaggio. Non che abbia nulla incontrario ma preferisco vivere situazioni diverse. Il secondo è che da alcuni anni, per vicende personali, ho scelto di essere accanto ai miei figli in crescita e, mi perdoni l’arroganza, penso di essere un papà con un pizzico di buon senso;

– è vero o no che se qualcuno senza prove venisse a chiederci se noi facciamo le corna alle nostre mogli io lo riterrei poco intelligente: non so che esperienze abbia lei in materia di corna, e non mi permetterei mai di giudicare alcunchè. Dipende sempre dal modo con cui uno pone la domanda. La comunicazione è costruita intorno ad almeno due pilastri: il contenuto e i toni con cui un contenuto viene trasmesso. E spesso diventa più importante, in una relazione, il modo
con cui si trasmette qualcosa.

Ho provato ad informarmi meglio, rivolgendomi a Lei, Sig. Sindaco, ricevendone parole che continuo a non comprendere nei contenuti e nei toni.

Io mi sono sforzato di rispondere ai suoi quesiti.

Ora, visto che non ho ottenuto risposte nel merito, mi permetto diribadire le mie domande in merito alla situazione della Scuola di Via Verdi a Trescore Cremasco:

– è vero o no che da diverse parti è stata verificata la presenza diamianto nel pavimento della scuola di Via Verdi?

– è vero o no che il suddetto pavimento è da diverso tempo ammalorato e che durante l’anno scolastico appena terminato si è dovuto ricorrere a coperture col cartone per limitare e/o evitare eventuali problemi derivati dai danni del pavimento?

– è vero o no che, i controlli eseguiti, pur non evidenziando problemi nell’aria hanno dato alcune indicazioni precise al fine di prevenire eventuali rischi?

– si parla di lavori di manutenzione programmati da tempo, sarebbe possibile, senza voler urtare alcuno, sapere di quali interventi si tratterebbe?

Ringraziandola per la cortese attenzione ed in attesa di gradite risposte, porgo distinti saluti”

Ringrazio per la cortese attenzione

celeste Zagheno

14 Giugno alle 10:16

Natali ancora una volta ahi ahi ahi…
…con Deho’ è riuscito a perdere una partita già vinta.
Complimenti a tutti e due…. non era facile.

10 Giugno alle 09:21

Spero che tu sia un cercatore d’oro caro sindaco.

Io sono un cercatore d’oro,
l’oro dei cuori antichi,
delle madri dopo il parto,
nelle favole dei nonni,
nelle mani dei missionari,
nella corsa dei volontari,
fra le mura dei cimiteri,
nelle corsie degli ospedali,
dentro lacrime ai funerali,
dentro i fiori della sposa,
dentro gli occhi dei bambini,
fra gli amori coi lucchetti,
nelle scritte sopra i muri,
dentro i cuori degli artisti,
sulle labbra di chi è pazzo,
nelle frasi dei poeti,
nella quiete del perdono,
dentro il cuore di ogni uomo.
Sono diventato ricco,
recitando la parte del povero,
ho dato valore al tempo,
che capovolge il senso delle cose.

zanotti diego

10 Giugno alle 09:13

Corri Giacomo corri
Uno che è nato sotto le bombe
sa cosa è il dolore come lo si può domare
sa cosa è la fame
ha le ali ai piedi.
Corri campione facci vedere cosa vuole dire amare
ottanta anni e non sentirli quando batte il cuore
la fatica la conosci bene
da una vita ti scorre nelle vene.
Vai Giacomo vai sulla tua strada
non fermarti mai qualunque cosa accada
sei un esempio da seguire
un eroe da tramandare.
Corri campione facci vedere cosa vuole dire amare
ottanta anni e non sentirli quando batte il cuore
la fatica tu la conosci bene
da una vita lei ti scorre nelle vene.
Zanotti Diego

9 Giugno alle 18:26

Corri Giacomo corri

Uno che è nato sotto le bombe
sa cosa è il dolore come lo si può domare
sa cosa è la fame la fatica
ha le ali ai piedi.

Corri campione facci vedere cosa vuole dire amare
ottanta anni e non sentirli quando batte il cuore
la fatica la conosci bene
da una vita ti scorre nelle vene.

Vai Giacomo vai sulla tua strada
non fermarti mai qualunque cosa accada
sei un esempio da seguire
un eroe da tramandare.

Corri campione facci vedere cosa vuole dire amare
ottanta anni e non sentirli quando batte il cuore
la fatica tu la conosci bene
da una vita lei ti scorre nelle vene.

Zanotti Diego​

9 Giugno alle 11:54
Da Zanotti Diego su Matteo Salvini domani a Romano

La piazza era piena

La piazza era piena non c’era la luna ma un sole che spaccava le pietre bandiere e striscioni madame vetuste coi mariti in pensione
piovevano selfie come piovesse badanti Albanesi baristi Cinesi
mungitori Indiani infermiere Senegalesi operai Marocchini imbianchini Rumeni muratori Croati gendarmi e soldati.
La piazza era piena di giovani attenti di gente che batteva le mani
nell’aria parole di amore e di odio asciugavano la fronte ai benpensanti infondo alla piazza nell’ombra un uomo da solo parlava chiedeva a se stesso sono solo parole ? Io non vedo il lavoro che cresce, la voglia di cacciare chi ruba,non vedo dei fatti concreti non vedo ne suore ne preti mi trovo ogni giorno a lottare
per poter sopravvivere ma ancora resisto mi tengo i miei dubbi
continuo a scrivere.

Zanotti Diego

8 Giugno alle 10:46

Come Cittadino Luranese auguro alla nuova Amministrazione di fare un buon lavoro.
Se già riuscissero a fare la metà di quello che ha fatto il Sindaco Bugini con le rispettive amministrazioni sarebbe un bel traguardo.
Certo è che Il Cavaliere Dimitri Bugini ci manca già, era una figura presente e disponibile. Sempre operoso più del dovuto nei confronti della sua gente.
Grazie Dimitri Bugini

7 Giugno alle 17:31

Quale migliore presentazione di un progetto (momentaneamente affidato a un’opera), quale miglior modo di presentarlo a chi ancora lo ignora?

7 Giugno alle 16:42

Salve, avete una proposta per mio figlio (classe 2004) anche come aiuto animatore.
Grazie

6 Giugno alle 18:56

A prescindere dai riti voodoo, in ambito di prostituzione tra soggetti maggiorenni, mi domando il motivo per il quale a cadere vittime della tratta di persone a sfondo sessuale debbano essere sempre le donne straniere, mentre quelle italiane ne debbano essere quasi esenti, sia in Italia, sia all’estero ed il motivo per il quale i marciapiedi del sesso a pagamento si svuotano durante le vacanze natalizie e pasquali e ad una certa tarda ora di notte, per non dire di osservare le stesse professioniste con uno smartphone in mano ed anche un’autovettura a disposizione. La risposta a tutto questo è quella che la schiavitù del sesso a pagamento non è molto diffusa.

6 Giugno alle 15:00