Le piazzole di sosta delle strade cremasche si trasformano sempre più spesso in vere e proprie discariche a cielo aperto. L’incivilità e l’abbandono rifiuti sono un  grosso problema, anche perchè impediscono l’utilizzo delle piazzole in caso di avaria dei mezzi. Non solo danno ambientale e degrado dunque, ma anche un comportamento pericoloso che spesso causa incidenti stradali.
Al fine di mantenere ordinate e funzionali le strade, da alcune settimane, oltre ai normali servizi tesi a contrastare i reati predatori,
i carabinieri della Compagnia di Crema hanno intensificato i controlli anche in questo particolare settore.

Abbandono rifiuti, multate tre persone

Hanno riservato una particolare attenzione al problema nei giorni scorsi i carabinieri della  stazione di Camisano, il cui territorio di competenza di estende lungo la SP591 (Ricengo) e la SP 20 (Casaletto di Sopra), ove sono presenti diverse piazzole di sosta che, nonostante la continua manutenzione e pulizia, sono spesso occupate da rifiuti di ogni genere. I carabinieri al comando del Maresciallo Marco Prete sono riusciti ad identificare tre persone che avevano abbandonato i rifiuti.  I tre, transitando per motivi di lavoro lungo queste strade, avevano preso l’abitudine di lanciare i rifiuti dal finestrino dell’autovettura, anzichè procedere a casa alla differenziazione e smaltimento nei modi previsti. Ai tre cremaschi è stata comminata una contravvenzione amministrativa pari
ad euro 600, per aver abbandonato rifiuti solidi e urbani sul suolo pubblico.

Leggi anche:  CasaPound e Forza Nuova censurati su Facebook e Instagram, scatta la protesta del bavaglio

TORNA ALLA HOME