Accoltella il vicino di casa durante una lite: denunciato. Si era messo in mezzo per cercare di calmare gli animi e dividere i due litiganti, ma ne ha fatto le spese.

Scoppia la lite, accoltella il vicino

E’ successo a Crema, nella serata tra domenica e lunedì, in centro storico. Ad allertare il 112 ci hanno pensato proprio i vicini. Alla pattuglia della Polizia di Stato, giunta sul posto, era stata segnalata una lite domestica tra fratelli particolarmente accesa.

Raggiunta l’abitazione, gli agenti hanno trovato diverse persone sul pianerottolo, una della quali si stava allontanando  frettolosamente. Identificate le parti, gli agenti hanno appreso che  poco prima due fratelli avevano iniziato a litigare in maniera accesa  per futili motivi, richiamando l’attenzione di un vicino di casa che,
vedendo i due che si stavano azzuffando, è intervenuto per dividerli.

Interviene per dividere, ma resta ferito

Mentre gli operatori della Polizia di Stato stavano cercando di ricostruire l’accaduto con l’aiuto dei testimoni, hanno notato delle macchie di sangue fresche sul pavimento.  Dal racconto dei presenti hanno appreso che nel corso della lite il figlio di uno dei due contendenti, particolarmente agitato, si era recato in cucina e
dopo aver preso un coltello da cucina si era scagliato contro lo zio, colpendo di striscio ad un braccio il vicino di casa che si era interposto fra i due contendenti.

Leggi anche:  L'orchestra MagicaMusica torna a Crema

Il ferito, visto il profondo taglio, era corso al Pronto Soccorso dove è  stato sentito dagli agenti, ai quali ha sostanzialmente confermato la  versione già fornita dagli altri testimoni e dalle parti coinvolte.

Ricevute le cure del caso, l’uomo ha riportato una prognosi di trenta  giorni, mentre il giovane aggressore, un senegalese ventenne regolarmente soggiornante che nel frattempo si era allontanato dal luogo della lite, è stato in seguito rintracciato dagli investigatori del  settore anticrimine e denunciato per lesioni aggravate.

TORNA ALLA HOME