Il centro sportivo di Treviglio, in via Bergamo,  è stato evacuato questa sera per un sospetto allarme chimico generato da un odore molto intenso di letame. Ma forti disagi per quello che sembra essere uno spandimento di letame avvenuto irregolarmente, si sono registrati anche in diversi altri punti della zona Nord.

Puzza di letame, scatta l’allarme

Circa un centinaio di persone, tra atleti e tecnici, si trovavano stasera nel centro sportivo, quando un cambio di direzione del vento ha portato al Mazza, che si trova al limitare nord dell’abitato, vicino ai campi, forti miasmi.  A un certo punto, attorno alle 21,  l’odore era diventato  insopportabile e l’aria irrespirabile.   Qualcuno ha accusato lievi sintomi da irritazione agli occhi e alle vie respiratorie.  Gli atleti hanno deciso di allertare i Vigili del fuoco. E’ quindi scattato il protocollo previsto in caso di sospetta emergenza chimica. Sul posto diverse squadre dei Vigili del fuoco, la Polizia locale, i carabinieri e il sindaco Juri Imeri. E’ intervenuta anche l’Arpa, per i rilievi di rito. E’ stato però subito chiaro che a parte il forte disagio, non c’erano rischi importanti per i presenti né per la popolazione.

Si cerca la causa degli odori

Le forze dell’ordine hanno comunque disposto precauzionalmente l’evacuazione del centro sportivo e stanno indagando per risalire alla causa del forte odore, che comunque con il passare dei minuti si è molto attenuato. Si tratterebbe di un campo non distante, probabilmente concimato di recente e forse non a regola d’arte.

Leggi anche:  Aggredita dal marito al distributore, ferita una 61enne FOTO

TORNA ALLA HOME