Anziani rapinati in casa da due balordi col volto coperto e una pistola in pugno. Rubati soldi e monili d’oro.

Anziani rapinati in casa

Pensavano fosse uno scherzo di Carnevale i due anziani che ieri, alle 19, sono stati rapinati nella loro casa di via Borsellino. Severa Salvoni ha sentito il campanello suonare ma non ha aperto, poi però qualcuno ha bussato e allora il marito Salvatore Marguccio ha deciso di vedere chi fosse.

“Quando ho aperto non ho visto nessuno perché si nascondevano dietro il muro ma una mano mi ha puntato la pistola al petto – ha raccontato l’82enne – poi mi ha spinto dentro e ha chiuso la porta”.

“Ci hanno fatto sedere sul divano e poi uno di loro è andato diretto in camera da letto e l’ha messa a soqquadro – ha continuato la moglie 76enne – quello che stava con noi, l’unico a parlare, ha alzato la pistola in alto dicendo che avrebbe sparato. Poi, tornato l’altro, ci ha portato in camera mentre il complice rovistava anche nella sala-cucina”.

Leggi anche:  Scuole di qualità? E' polemica social

Ladro gentiluomo

“Il malvivente ha capito che stavo male e mi ha detto che potevo versarmi dell’acqua – ha ricordato la donna – Poi però mi stava prendendo gli orecchini e gli ho detto che li toglievo da sola, temevo me li strappasse”.

Soldi e oro

“Hanno portato via 250 euro, gli orecchini e un orologio – hanno concluso – l’importante è che non ci abbiano fatto del male. Hanno svuotato anche la borsa che era sul tavolo, rubando documenti e bancomat. Il tutto è durato una decina di minuti, poi se ne sono andati e abbiamo chiamato i carabinieri”

Pistola vera o finta?

Leggi l’intervista completa su CremascoWeek venerdì in edicola.

TORNA ALLA HOME