Si fa sempre più preoccupante il fenomeno delle baby gang in Lombardia”. Lo ha detto Riccardo De Corato, assessore alla Sicurezza, Immigrazione e Polizia locale della Regione Lombardia dopo gli arresti di questa mattina a Milano.

Arrestata una nuova baby gang a Milano

“Dopo i 9 minorenni arrestati ieri ad Abbiategrasso – ha dichiarato l’assessore – oggi i Carabinieri, ai quali va il mio ringraziamento per la nuova operazione, hanno fatto piena luce
su una banda che agiva nella zona della movida introno all’Arco della Pace a Milano. La situazione è davvero allarmante, il fenomeno delle baby gang è in continuo aumento”.

Serve l’educazione civica a scuola

“Di fronte all’attuale situazione – ha sottolineato De Corato – è chiaro che tocca anche alle istituzioni farsi carico dell’educazione dei giovani. Sono sempre più convinto che sia necessario insegnare nelle scuole educazione civica, almeno 2 ore a settimana”.

Sei baby gang fermate in Lombardia

“Da inizio anno – ha evidenziato l’assessore regionale alla Sicurezza – sono ben sei, compreso quello odierno, i casi di baby gang individuate e fermate con numerosi minori coinvolti. Il 22 gennaio scorso sono stati individuati dalla polizia a Milano in corso Torino tre ragazzi, tra cui due minori, responsabili di 7 rapine avvenute il giorno precedente ai danni di ragazzi tra i 14 e i 17 anni in zona Monforte.
Il 9 febbraio un diciassettenne egiziano, solo in Italia e già noto alle forze dell’ordine, assieme ad un italiano di 15 anni ha rapinato, mostrando coltello e pistola che poi si è scoperto
essere a salve, due minorenni alla fermata della metropolitana di Cimiano a Milano, facendosi consegnare telefonini e contanti. I due rapinatori sono poi stati individuati e fermati dagli agenti. A fine gennaio il Tribunale dei Minori di Milano ha emesso ben 17 misure di custodia cautelare nei confronti di altrettanti giovani di età compresa tra i 14 e i 17 anni,
componenti di una baby gang che operava tra Como e la provincia. I reati loro contestati sono furto, rapina, danneggiamento, ricettazione, resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale.
Infine, ieri, oltre agli arresti avvenuti ad Abbiategrasso, anche a Romano di Lombardia, nel bergamasco, è stato denunciato un quattordicenne che insieme ad altri 4 ragazzini, tutti
stranieri, rubava nei supermercati della zona, minacciando e insultando chiunque provasse a fermarli”.

Leggi anche:  Inseguimento da Rivolta ad Arzago, coppia fermata dai carabinieri

Iniziative per i giovani

“Come assessorato alla Sicurezza – aggiunge De Corato – abbiamo promosso una serie di progetti, a partire da Hackathon ‘rispetto in rete in contrasto al bullismo e cyberbullismo’, sviluppato lo scorso anno nell’ambito di una convenzione con l’Ufficio Scolastico Regionale, durante il quale sono state coinvolte 20 scuole lombarde per un totale di 300 studenti. E nel biennio 2018-2019 si stanno sviluppando dei progetti di educazione alla legalità, che vedono il coinvolgimento di 439 scuole”.

Con Bullout 400mila euro per la sensibilizzazione

“Inoltre la Regione – conclude l’assessore – sta portando avanti la linea di intervento ‘Bullout’. Lo scorso mese infatti sono stati stanziati 400.000 euro per promuovere progetti di
sensibilizzazione, informazione e formazione rivolti ai minori e alle famiglie. L’iniziativa prevede inoltre iniziative a sostegno di minori vittime di atti di bullismo e di cyberbullismo e programmi di recupero rivolti agli autori di questi atti. Con ‘Bullout’ Regione Lombardia vuole inoltre favorire lo sviluppo ed il consolidamento di una policy di contrasto al bullismo e al cyber bullismo”.

TORNA ALLA HOME