Black bloc di Cividate arrestato in Francia per le devastazioni causate a Genova e Milano durante i G8. Viveva in Bretagna sotto falso nome dopo una condanna a oltre 11 anni di carcere. Era latitante dal 2012.

Black bloc di Cividate

Si chiama Vincenzo Vecchi, ha 46 anni, è di Cividate ed è uno dei responsabili delle devastazioni messe in atto dai Black Bloc durante i G8 di Genova e Milano. Ecologista e vicino all’area anarco-autonoma milanese Vecchi era stato individuato come una delle persone che nel 2001 a Genova avevano devastato la città a volto coperto. Eventi per i quali Vecchi era stato condannato a 11 anni e sei mesi di carcere per devastazione e saccheggio, rapina e porto d’armi abusivo. Un’altra condanna era arrivata dopo un analogo exploit di violenza, a Milano, nel 2006.

Arrestato in Francia

Nel luglio del 2012 Vecchi era sparito senza lasciare traccia. Ma le indagini congiunte della Polizia italiana e francese hanno portato all’arresto. A “tradire” Vecchi l’affetto per la famiglia, compagna e figlioletta. Gli investigatori hanno infatti scoperto che Vecchi e la compagna si erano incontrati in una località della Savoia e, tenendo sotto controllo i telefoni della coppia, sono riusciti a risalire alla residenza attuale dell’uomo. Lo hanno arrestato l’8 agosto a Saint Gravé dans le Morbhian, in Bretagna, dove l’uomo lavorava come imbianchino sotto lo pseudonimo di Vincent Papale.

Leggi anche:  Al cimitero di Gradella ennesimo raid vandalico

TORNA ALLA HOME