La Polizia locale di Romano insieme ai carabinieri e all’unità cinofila ha effettuato un blitz in un bar del centro storico.

Il blitz

Venerdì quattro pattuglie della Polizia locale di Romano, unite ai carabinieri e all’unità cinofila di Spirano, hanno effettuato un blitz nel bar del centro. L’operazione, a cui ne sono seguite altre due, una a Covo e una ai Cappuccini, il quartiere nord della città, si è svolta tra le 19  e l’una di notte. La finalità delle Forze dell’ordine è stata quella di reprimere e prevenire qualsiasi attività di consumo e spaccio di sostanze stupefacenti all’interno dei locali e di verificare le condizioni di gestione degli esercizi.

I controlli

All’interno del locale sono stati controllati tredici avventori. Molti dei presenti sono risultati pregiudicati per reati legati allo spaccio e consumo di sostanze stupefacenti. Il gestore del bar però ha dovuto fare i conti con altre grane, legate ai videopoker. Dai controlli è risultato che il gestore ha installato nel locale dei nuovi videopoker senza ottemperare a degli obblighi previsti dalla legge. Tra questi, il rispetto della distanza di 500 metri da luoghi sensibili come scuole e chiese e aver conseguito un attestato, dopo un corso dedicato,  per la gestione corretta dei video poker.

Leggi anche:  Arresto per droga a Ciserano

Sanzioni

Le infrazioni rilevate dagli agenti hanno portato così ad una maxi sanzione nei confronti del gestore del bar pari a 17mila euro. Le Forze dell’ordine sempre in città hanno effettuato un’ altra operazione di controllo, questa volta nel quartiere nord dei Cappuccini. Qui però gli agenti hanno verificato la corretta gestione dell’esercizio commerciale, non rilevando alcuna infrazione di natura regolamentare e amministrativa.

TORNA ALLA HOME