I ragazzi che scendono dal pullman di corsa, urlano, piangono, i carabinieri che mettono di traverso la macchina per impedire all’autista di ingranare la marcia. Poi le grida, le macchine incolonnate che riprendono una scena assurda. L’autista che ha appena sequestrato il pullman pieno di alunni accelera e travolge le macchine, fa cadere i ragazzini che stavano scendendo dal mezzo, aiutati dalle forze dell’ordine.

Immagini impressionanti

Poi la corsa degli alunni per mettersi in salvo, “bastardo”, gridano tra le lacrime. Le riprese di un automobilista che ha immortalato la scena e messo tutto sui social raccontano la prima parte della vicenda incredibile che ha visto protagonista il 47enne Oussenynou Sy, responsabile questa mattina del sequestro di un’intera scolaresca proveniente da Crema. Per fortuna, alunni e insegnanti sono tutti salvi. L’uomo è già stato arrestato dai carabinieri di San Donato.

LEGGI ANCHE: Dà fuoco a un autobus pieno di bambini, fermato un 47enne senegalese

Lavorava con Autoguidovie da 15 anni

Nessuno all’interno dell’azienda Auoguidovie, per la quale lavorava da 15 anni, avrebbe mai pensato a un gesto del genere. Il 47enne, senegalese con cittadinanza italiana, non aveva mai dato problemi in servizio. In una video intervista lo sconcerto di Autoguidovie che ora attende la ricostruzione definitiva di quanto accaduto affidata agli inquirenti.

Autobus incendiato, le reazioni politiche

“Stiamo seguendo con molta attenzione quello che sta accadendo e siamo in diretto contatto con l’Ufficio scolastico regionale della Lombardia per raccogliere elementi su questa terribile vicenda. Siamo molto colpiti da questo gesto folle – ha spiegato l’assessore regionale all’Istruzione, Formazione e Lavoro Melania Rizzoli -. Chi di dovere stabilirà le responsabilità di un atto così grave reso ancora più esecrabile per il fatto che a bordo del bus c’erano giovani studenti delle scuole medie. Per loro non sarà facile dimenticare l’apprensione e l’angoscia procurate da quanto accaduto oggi”.

Leggi anche:  Incendio a Pagazzano, arrivano i pompieri

“Ero a pochi metri dall’incendio”

“Ero presente personalmente sulla Sp415,  a pochi metri dall’incendio al bus appiccato da Ousseynou Sy, il 47enne che ha sequestrato il mezzo con a bordo una cinquantina di studenti e poi gli ha dato fuoco, minacciando di uccidersi – ha affermato Franco Lucente, capogruppo di Fratelli d’Italia in Regione Lombardia  – Ho visto i ragazzini abbracciarsi tra di loro e piangere, ho visto le fiamme alte e il fumo denso. Era uno scenario apocalittico e l’unico sollievo è che gli studenti siano tutti sani e salvi. Certo, adesso dovranno fare i conti con lo shock e i contraccolpi psicologici. Resta una domanda scomoda, ma che dobbiamo farci: perché un uomo con precedenti per guida in stato di ebbrezza e violenza sessuale era alla guida di un bus? Mette i brividi solo a pensarci”.

Salvini vuole vederci chiaro

Lo stesso Ministro dell’Interno Matteo Salvini ha diffuso una nota circa quanto accaduto oggi lungo la Paullese. Parole dure e soprattutto la richiesta di volerci vedere chiaro: “Perché una persona con simili precedenti guidava un pullman per il trasporto di ragazzini?”

TORNA ALLA HOME