Il giovane aveva eluso i controlli e le barriere del centro per salire sul tetto con un gruppo di amici. Qui, probabilmente mentre cercava di scattarsi un selfie, è caduto nel condotto d’aerazione dell’edificio, precipitando per 15 metri.

Cade in un condotto d’aerazione

La notizia è stata riportata questa mattina dai nostri colleghi di “LaMartesana.it“. Il giovane, Andrea Barone, è precipitato per 25 metri all’interno del condotto di aerazione del centro commerciale “Sarca” di Sesto San Giovanni. Tempestivo l’intervento dei Vigili del Fuoco, che hanno estratto il ragazzo ancora in vita. Una volta giunto al Niguarda di Milano, però, le sue condizioni erano ormai troppo gravi.

Morto per un selfie

Secondo una prima ricostruzione ad opera degli inquirenti – riportata dai nostri colleghi di “LaMartesana.it” in questo articolo – Andrea si era avventurato ieri sera sul tetto del centro commerciale con un gruppo di amici, dopo aver eluso i controlli e le barriere dell’edificio. Qui avrebbe tentato di scattarsi un selfie, ma nell’atto di farlo è caduto dentro il condotto di aerazione della struttura, precipitando per 25 metri.

Leggi anche:  Precipita dal tetto, 48enne bergamasco muore a Flero

I Vigili del Fuoco e la corsa in ospedale

Tempestivo l’intervento dei Vigili del Fuoco, che sono riusciti ad estrarre il ragazzo ancora in vita dal condotto nel quale era caduto. Le sue condizioni erano però ormai troppo gravi, e nemmeno i medici del Niguarda di Milano, dove è stato condotto, sono riusciti a salvargli la vita.

 

TORNA ALLA HOME.