Aggiornamento

Ecco i risultati delle operazioni di controllo. Centoventi le persone controllate (di cui circa la metà con precedenti penali o di polizia), due gli arresti. Si tratta di due ordini di carcerazione eseguito in seguito a rintraccio. Un 55enne di Romano di Lombardia che dovrà scontare 10 mesi di reclusione per reati contro il patrimonio (furto aggravato), per fatti risalenti al 2009. Un 47enne nigeriano che dovrà scontare una anno e mezzo di reclusione sempre per reati contro il patrimonio e la persona (rapina e violenza privata). Entrambi saranno portati in carcere a Bergamo.

Cinque giovani con un età compresa tra i 20 e i 35 anni sono stati segnalati amministrativamente alla Prefettura di Bergamo quali assuntori di droga. Sequestrato complessivamente circa mezzo etto di droga (hashish e marijuana) in varie dosi o pezzi.

Carabinieri in stazione

 

Oggi pomeriggio, a partire dalle 17 circa, alcune decine di militari dell’Arma dei carabinieri della Compagnia di Treviglio, con l’ausilio di unità cinofile del Nucleo Cinofili di Orio al Serio (cani specializzati nella ricerca di droga, armi e di ordine pubblico), stanno ripetendo il controllo straordinario di pubblica sicurezza nelle stazioni ferroviarie di Treviglio (Centrale e Ovest), Caravaggio, Vidalengo Romano di Lombardia, Bariano-Morengo, Arcene, Verdello-Dalmine e Calcio.

Leggi anche:  Un agguato fuori dal posto di lavoro

Controlli e perquisizioni

Come già svolto nelle settimane precedenti (sia di mattina che nella fascia oraria pomeridiano-serale), questa volta i carabinieri della Bassa Bergamasca hanno proceduto in orario pomeridiano e a seguire serale, in concomitanza con le partenze e gli arrivi dei pendolari nelle stazioni ferroviarie, a effettuare nuovi controlli e perquisizioni, per contrastare degrado e criminalità.

Sicurezza per i pendolari

Ancora una volta è stato così testimoniato l’attivo impegno sul territorio dei militari dell’Arma per garantire così ordine e sicurezza pubblica a tutela della cittadinanza e in particolare degli utenti che, giornalmente, utilizzano gli scali ferroviari per spostarsi nell’ambito della provincia di Bergamo ma non solo.

TORNA ALLA HOME