Cerca di scavalcare la cancellata dell’ambulatorio ma rimane… infilzata.

Cerca di scavalcare il cancello ma rimane infilzata

E’ accaduto sabato pomeriggio scorso attorno alle 18.30 a Dovera, davanti allo studio del medico di base Paolo Raimondi, in via Vittorio Emanuele a Postino. La donna, di circa 60 anni, è stata fermata da uno dei pazienti che si era dimenticato all’interno dell’ambulatorio una ricetta medica e le aveva chiesto alla donna se potesse tornare indietro, aprire lo studio, ormai chiuso, e recuperarla.

Ha fatto cadere le chiavi

La donna, ha accettato e una volta arrivata al cancello ha estratto le chiavi per aprire. Forse per una svista, forse nella fretta, le chiavi, invece che infilarsi nella serratura, sono scivolate tra le sbarre del cancello. Così, la donna, pensando di farcela, ha tentato di scavalcare il cancello per recuperarle ed entrare nello studio. Ma una catastrofe attira l’altra, e per sfortuna, nello scavalcare ha perso l’equilibrio e si è infilzata la coscia negli spuntoni del cancello. Una scena terribile per i presenti a cui si è ghiacciato il sangue nelle vene per le urla della donna. Sono stati subito allertati i soccorsi, mentre alcuni uomini la tenevano per fare in modo che non cadesse dal cancello dal quale non riusciva a estrarre dalla gamba il pezzo di ferro.

Leggi anche:  Santa Barbara "dona" una caserma ai Vigili del fuoco

Non riuscivano a estrarle il cancello dalla gamba

Sul posto l’ambulanza, giunta da Crema, e i Vigili del fuoco, che vista la gravità della situazione e l’impossibilità di estrarre il pezzo di ferro dalla donna, si sono trovati costretti a segare il cancello tutto attorno alla gamba. La donna è finita in codice rosso al Pronto soccorso dove è stata subito operata e, nonostante il tanto sangue che ha perso, pare che ora si stia rimettendo. Quantomeno, insomma, il peggio è passato.