Sperava  di ottenere dalla massaggiatrice di un centro estetico cittadino una prestazione sessuale. Ma lei, sconvolta, lo ha respinto. Così lui l’ha aggredita, picchiata e rapinata dell’iPhone e di una power bank che aveva nella borsa.

Arrestato dalla Polizia

Una serata drammatica, quella di ieri, sabato. Protagonista, un 35enne di nazionalità tunisina, regolare in Italia e residente in città. L’allarme è scattato attorno alle 22 in viale Oriano, quando una volante del Commissariato ha notato una donna che gridava per strada, chiedendo l’aiuto dei passanti.  Agli agenti che l’hanno soccorsa ha subito raccontato quanto accaduto pochi minuti prima.

Rapina dopo il rifiuto

Il cliente che aveva appena servito le aveva proposto di concludere il massaggio con del sesso. Ma quando lei lo ha respinto, è andato su tutte le furie. E dopo aver insistito, le è saltato addosso. Le urla durante la colluttazione hanno però, fortunatamente, attirato l’attenzione di una abitante del condominio. Che si è precipitato all’interno del negozio, trovando la donna  a terra e l’uomo che la teneva ferma, con le mani al collo.

La fuga in via Oriano

Alla vista del soccorritore, l’uomo ha arraffato quello che ha potuto: il cellulare e la batteria esterna della donna. Quindi è fuggito a piedi, in direzione della periferia. Nel giro di pochi minuti sono scattate le ricerche.  Mentre la donna è stata accompagnata in ospedale per le cure del caso (ha avuto sette giorni di prognosi), gli agenti hanno perlustrato la zona ed esteso le ricerche in tutta la città. Pochi minuti, e in viale Piave è stato fermato il sospettato. Corrispondeva alla descrizione della donna, ed in commissariato è stato poi riconosciuto dalla vittima. Aveva ancora con sé sia il cellulare che la power bank della donna.

Leggi anche:  E' il giorno di Elio Germano: in trecento per provare a recitare con lui FOTO

Arrestato

Dagli accertamenti della  Scientifica l’arrestato risulta essere un 35enne che svolge lavori saltuari e risulta avere precedenti per furto e detenzione di stupefacenti. E’ stato arrestato, domattina, lunedì, l’interrogatorio di convalida. La donna, sotto shock, è stata curata in ospedale.

TORNA ALLA HOME