Chiusa la discoteca Casa Loca. Stamattina i Carabinieri della Compagnia di Treviglio hanno notificato e così eseguito la sospensione temporanea dell’attività della discoteca di Dalmine.

Il blitz di inizio mese

Venti giorni fa i carabinieri di Treviglio insieme ai colleghi del NAS CC di Brescia, del Nucleo Cinofili di Orio al Serio, del Nucleo CC Ispettorato del Lavoro, degli ispettori INPS e del Lavoro di Bergamo, nonché con l’ausilio dei Vigili del Fuoco di Bergamo, della SIAE di Dalmine e della Polizia Locale di Dalmine avevano messo in atto un maxi controllo nel locale. Su 10 dipendenti 4 erano risultati in nero. Gli alcoltest erano scaduti ed erano state rilevate violazioni anche in termini di sicurezza e in materia fiscale. Dopo il blitz era scattata una prima sospensione temporanea dell’attività.

Chiusa la discoteca Casa Loca

I Carabinieri hanno informato di tutto ciò, con una specifica informativa, anche il Questore di Bergamo, che ha così emesso un provvedimento di sospensione temporanea dell’attività della Discoteca per 30 giorni per motivi di ordine e sicurezza pubblica. Dopo le formalità di rito, i Carabinieri della Compagnia di Treviglio (BG) hanno così messo i “sigilli” al locale che per 4 fine settimana non potrà conseguentemente aprire al pubblico.

Risse e aggressioni

Diverse poi le aggressioni o le risse verificatesi le settimane scorse dentro o nei pressi della discoteca in questione, al punto tale rendere tale locale un luogo c.d. “a rischio” ordine e sicurezza pubblica. In una circostanza venne addirittura rilevata la presenza di una presumibile arma nella disponibilità di un gruppo di albanesi (allontanati dal locale in quanto molesti), tuttora in corso di identificazione da parte degli investigatori dell’Arma. Durante i controlli eseguiti dai Carabinieri nei mesi scorsi, diversi inoltre sono stati i soggetti pregiudicati identificati quali clienti del locale.

I precedenti

Già nell’aprile del 2017, lo stesso provvedimento di sospensione della licenza autorizzativa della discoteca era stato emesso dall’Autorità di Pubblica Sicurezza dopo un’informativa dei Carabinieri. Non è la prima volta che nella Bassa Bergamasca, dopo controlli multidisciplinari coordinati dai Carabinieri della Compagnia di Treviglio (BG) guidati dal Maggiore Davide Papasodaro nei confronti di locali notturni, discoteche, esercizi pubblici o commerciali, per questioni varie, sia poi scaturita una sospensione o addirittura la chiusura definitiva delle attività, il tutto nell’esclusiva ottica della tutela della cittadinanza anche sotto il profilo della legalità commerciale.

TORNA ALLA HOME